Mercoledì 29 Maggio 2024
FRANCESCO BOCCHINI
Formula1

F1 Bahrain, Leclerc: "Ferrari vuole il Mondiale". Verstappen: "Noi stessi unica minaccia"

Sainz: "Ai tifosi dico che tutti stiamo spingendo per raggiungere un grande obiettivo". Hamilton: "Sarò qui anche in un altro anno difficile per la Mercedes"

Da sinistra, Gasly, Verstappen, Leclerc, Zhou e Russell (Ansa)

Da sinistra, Gasly, Verstappen, Leclerc, Zhou e Russell (Ansa)

Sakhir (Bahrain), 2 marzo 2023 - Il primo semaforo verde della stagione è ad un passo. Domenica si corre sulla pista di Sakhir, in Bahrain, il primo Gran Premio di Formula Uno della stagione e tutto lascia pensare ad una Red Bull subito pronta a prendersi la scena, oltre alle prime posizioni. A provare a guastare la festa ecco i ferraristi Charles Leclerc e Carlos Sainz, che sullo stesso tracciato un anno fa fecero l'impresa, con il monegasco vincitore della gara e lo spagnolo subito alle sue spalle. "Tutto il team è motivato - dice Leclerc ai microfoni di Sky Sport - Abbiamo lavorato tanto a Maranello al simulatore, non vedo l'ora di gareggiare. Migliorare il secondo posto significa vincere, questo ci dà la carica per fare di più. La Ferrari merita di far suo il Mondiale. Vogliamo trasformare questo sogno in realtà e spingeremo per raggiungerlo". Sulla medesima falsariga le dichiarazioni del compagno di scuderia. "Ai tifosi dico che daremo il massimo: abbiamo ancor più voglia di loro affinché la Ferrari faccia bene. Stiamo spingendo per raggiungere l'obiettivo Mondiale - sottolinea Sainz - Red Bull, Aston Martin e Mercedes saranno nella lotta, dato che sono quelli che hanno fatto meglio nei test".

Qui Verstappen

Dall'alto dei suoi due titoli iridati vinti consecutivamente e di una vettura che pare imbattibile o quasi, Max Verstappen dà l'impressione di non temere davvero alcun rivale. "Ovviamente i nostri avversari più pericolosi sono i team che ci sono maggiormente vicini, però in fin dei conti credo che una minaccia possiamo essere noi stessi perché dobbiamo restare sul pezzo e non possiamo permetterci di commettere troppi errori. Non possiamo essere perfetti, tutti sbagliano, però dobbiamo cercare di ridurre gli errori il più possibile. La RedBull RB19? Le sensazioni sono buone - afferma l'olandese - Tutti hanno perso un po’ a livello di prestazione per effetto delle modifiche al fondo, però si cerca sempre di recuperarle in qualche modo. Bisogna trovare un bilanciamento nuovo della vettura e noi abbiamo fatto un ottimo lavoro”. 

Qui Hamilton

Si annuncia un'altra stagione di rincorsa per la Mercedes. "Se l’anno scorso abbiamo avuto un anno difficile, o se quest’anno dovessimo averne un altro più o meno complesso, sarò ancora qui - la risposta di Lewis Hamilton all'ipotesi di un addio al team tedesco - Sono un combattente e lottiamo come una squadra. Credo ancora di essere in grado di mettere la macchina in posti dove altri forse non riescono e mi piace questa sfida. Niente rinnovo ancora? Non sento di doverlo fare in questo momento. Sono in una posizione molto fortunata e lo faremo quando saremo pronti". 

Leggi anche - Binotto: "Farò sempre il tifo per la Ferrari"