Venerdì 21 Giugno 2024
LEO TURRINI
Sport

Ferrari, una gomma per cancellare Max

Leclerc rinuncia all’ultimo tentativo e risparmia pneumatici per la gara: "Era previsto". Prima fila Red Bull, poi le Rosse: partenza alle 16

di Leo Turrini

O è un colpo di genio. O è una sciocchezza. Labile è il confine tra le due verità. E comunque l’era Vasseur in Ferrari inizia con una trovata che spiazza i fans.

Mi spiego. Secondo a un decimo da Verstappen quando la caccia alla pole era ancora apertissima, Carletto Leclerc ha deciso di rinunciare all’ultimo tentativo. Proprio non è tornato sulla pista di Sakhir, teatro del Gran Premio del Bahrain.

È impazzito? Forse no. Almeno a sentire la motivazione data dal diretto interessato. "Non ci sono misteri – ha raccontato il monegasco –. D’intesa con la squadra ho preferito risparmiare un treno di gomme fresche, pensando alla gara. È meglio partire dalla terza posizione avendo pneumatici giusti che dalla seconda…"

Mah.

Il senso. Qui bisogna intendersi bene. Non è mai un errore avere la consapevolezza dei propri limiti. Perché di questo stiamo parlando: conservare gomme per la domenica significa ammettere implicitamente la propria inferiorità sul passo gara. Evidentemente il vantaggio Red Bull sulla distanza è considerato consistente dagli ingegneri del Cavallino.

Ma rinunciare alla possibile emozione di una pole non è il massimo. Almeno, non per lo spirito del popolo Ferrarista.

Vasseur. Debbo comunque dare atto al capo francese del reparto corse di avere tranquillamente assunto la responsabilità della decisione, legandola ad un discorso di prospettiva.

"Abbiamo riflettuto su questa soluzione prima delle qualifiche parlandone con Leclerc e con Sainz – ha raccontato Fred Vasseur –. Noi dobbiamo ragionare in ottica campionato. Siamo solo all’inizio, ci stiamo confrontando con il problema del degrado gomme. L’obiettivo per il Gran Premio? Abbiamo il podio nel mirino…"

In difesa. Insomma, qui siamo in presenza di un cambio di filosofia. Un anno fa la Ferrari al sabato volava e non di rado la domenica deludeva. Vasseur ha imposto un approccio diverso: si fa catenaccio, sperando di colpire magari in contropiede.

Funzionerà?

La pole. Morale. La Red Bull occupa la intera prima fila, con Verstappen che si è salvato dal guizzo del compagno Perez, ovviamente lesto ad approfittare dello stop volontario di Carletto, che in seconda fila avrà accanto Carlos Sainz.

Gli altri. Il nonno Alonso ha tenuto botta: è stato il più veloce degli “umani” e ha collocato la Aston Martin davanti alle due Mercedes.

Alla fine delle prove Toto Wolff, il capo delle Frecce d’Argento, non si è nascosto: "Siamo messi come l’anno scorso, i dati che abbiamo al computer continuano ad essere smentiti dalla pista, siamo troppo lontani dalla Red Bull, non abbiamo raggiunto gli obiettivi dell’inverno, dovremo fare interventi drastici sulla macchina…"

In tv. Il Gp del Bahrain scatta oggi alle 16. Diretta Sky. Buona domenica.