Venerdì 21 Giugno 2024
GABRIELE SINI
Calcio

Nuova Superlega, l'Eca risponde: "Idea già discussa e respinta nel 2019"

L'Associazione dei club europei replica alla società A22: "Ribadiamo la nostra opposizione a progetti separatisti"

Nasser Al-Khelaifi (Ansa)

Nasser Al-Khelaifi (Ansa)

La Superlega rilancia, l'Eca risponde. Quello vissuto in questi giorni è un nuovo episodio della saga che vede la A22, l'associazione che sostiene il nuovo progetto del calcio europeo, contro la European Club Association, presieduta dal presidente del Paris Saint-Germain, Nasser Al-Khelaifi. Quest'oggi il quotidiano spagnolo 'El Pais' ha pubblicato le nuove idee di A22 per rimettere la Superlega al centro dell'attenzione mediatica e riproporla come alternativa ai tornei della Uefa. L'amministratore delegato Bernd Reichart ha annunciato un nuovo piano, con dieci nuovi principi e sostenuto in prima linea da Juventus, Real Madrid e Barcellona. Tra le varie novità ci sarebbe quella di allargare il numero dei partecipanti fino a ottanta club, con un principio maggiormente meritocratico.

La risposta dell'Eca alla Superlega

"Eca ribadisce la sua opposizione di lunga data alla Superlega europea e a qualsiasi progetto separatista". L'Associazione dei club europei ha attaccato direttamente la A22: "Prendiamo atto dell'ultimo dispaccio della realtà alternativa di A22. Tuttavia, nel mondo reale, questa idea rimaneggiata è già stata proposta, discussa e completamente respinta da tutte le parti interessate nel 2019". Il comunicato prosegue: "Negli ultimi anni l'Eca ha realizzato tanti progressi e cambiamenti positivi in collaborazione con tutte le parti interessate del calcio, lavorando a beneficio dell'intero ecosistema calcistico europeo". L'Eca ha evidenziato i tanti cambiamenti apportati per ammodernare il calcio e svilupparlo, tra i quali l'ampiamento del numero di partecipanti alle coppe europee a partire dal 2024. Lo scontro tra le parti è lungi dall'essere concluso. Leggi anche: Serie A, gli arbitri della 22^ giornata