Martedì 16 Luglio 2024
GABRIELE SINI
Calcio

Real Madrid-Liverpool 1-0, i Blancos vincono nel segno di Benzema

Il francese punisce un Liverpool mai in grado di mettere in difficoltà il Madrid, che vola così ai quarti di finale

Karim Benzema esulta dopo il gol (Ansa)

Karim Benzema esulta dopo il gol (Ansa)

Madrid, 15 marzo 2023 - Il Real Madrid supera lo scoglio Liverpool e stacca il pass per i quarti di finale di Uefa Champions League. I Blancos hanno amministrato senza problemi il vantaggio dell'andata, dove avevano vinto per 5-2 ad Anfield Road, e ha vinto anche il match di ritorno per 1-0 grazie alla rete di Karim Benzema.

Le formazioni titolari

Carlo Ancelotti non schiera i suoi con l'idea di amministrare il vantaggio di tre gol accumulato all'andata e, anzi, mantiene la natura offensiva del suo Real Madrid. In porta c'è il solito Thibaut Courtois, protetto dalla difesa a quattro composta da Dani Carvajal, Eder Militao, Antonio Rudiger e Nacho Fernandez. A metà campo Luka Modric e Toni Kroos garantiscono qualità ed esperienza, ai lati del giovane e talentuoso Eduardo Camavinga. Davanti c'è il tridente titolare, composto da Federico Valverde, Vinicius Junior e la punta centrale Karim Benzema. Dall'altra parte Jurgen Klopp cerca una rimonta disperata con un 4-3-3 solido ma anche di fantasia. Tra i pali c'è Alisson Becker, davanti a lui Alexander Arnold e Robertson agiscono sulle fasce laterali, mentre Konaté e van Dijk sono i due centrali. A centrocampo James Milner e Fabinho costituiscono la diga e i polmoni della squadra, con il giovane Cody Gakpo ad inventare. In attacco non si può rinunciare a Momo Salah, che affianca le due punte Diogo Jota e Darwin Nunez.

Primo tempo

Il Liverpool cerca di indirizzare l'andamento del match a suo favore fin dalle primissime battute, ma l'agonismo dura pochissimi minuti. Il Real Madrid è sceso in campo con la giusta mentalità ma, nonostante ciò, al minuto 7 rischia qualcosa: Rudiger si addormenta e Salah gli ruba il pallone, perde un contrasto correndo verso la porta avversaria e poi riesce a toccare per Darwin Nunez, che calcia in diagonale; Courtois è attento e sventa il primo pericolo della sfida per i suoi. I Blancos reagiscono immediatamente e mandano un primo segnale con un'incursione di Kroos in area, vanificata dall'intervento di Milner. Poco dopo, all'11', lo stesso centrocampista tedesco tenta la gran botta da circa venticinque metri e trova la risposta centrale di Alisson, che blocca senza patemi. I padroni di casa restano pronti a ripartire e al quarto d'ora Gakpo deve fermare Benzema, che si stava già lanciando verso i pali protetti dal portiere dei Reds. Alisson, sul calcio d'angolo successivo, fa un vero e proprio miracolo sul tentativo di tap-in a due passi dalla linea di Vinicius Junior, che aveva sfruttato al meglio la torre di Rudiger. Cinque minuti dopo Camavinga fa venire i brividi agli ospiti con una conclusione da fuori, toccata con la punta delle dita dall'estremo difensore che devìa provvidenzialmente sulla traversa. Al 22' cerca fortuna anche Modric e sfiora l'incrocio dei pali. Finalmente il Liverpool torna in attacco e Gakpo di testa va vicino al bersaglio, su assist di Alexander Arnold. Courtois viene impegnato proprio da Gakpo con una conclusione dai sedici metri, salvata in corner dal portiere merengue. La prima frazione termina sullo 0-0.

Secondo tempo

Il Real Madrid continua a giocare meglio anche in questa ripresa. Al minuto 53 Benzema filtra per Valverde, che davanti alla porta avversaria va a sbattere contro Alisson, che con il gambone gli chiude lo specchio e tiene a galla i suoi compagni; sul continuo dell'azione ci prova ancora Benzema, fermato con successo dal portiere. I Reds iniziano ad arrendersi alla possibilità di non rimontare i tre gol di svantaggio dell'andata, i ritmi calano e i Blancos gestiscono il pallone con serenità. Benzema manca il bersaglio su assist di Vinicius Junior al 69', ma lo centra eccome al 78': l'attaccante francese appoggia in rete, a porta vuota, dopo che van Dijk perde un rimpallo in maniera sfortunata e permette a Vinicius Junior di servire proprio il suo numero 9, che realizza l'1-0.

Il tabellino del match

Real Madrid (4-3-3): Thibaut Courtois; Daniel Carvajal, Eder Militao, Antonio Rudiger, Nacho Fernandez; Luka Modric, Eduardo Camavinga, Toni Kroos; Federico Valverde, Karim Benzema, Vinicius Junior. Allenatore: Carlo Ancelotti. Panchina: Odriozola, Alvaro Rodriguez, Lunin, Tchouaméni, Ceballos, Hazard, Mendy, Vallejo, Vazquez, Asensio, Diaz, Rodrygo. Liverpool (4-3-3): Alisson Becker; Trent Alexander Arnold, Ibrahima Konaté, Virgil Van Dijk, Andrew Robertson; James Milnero, Fabinho, Cody Gakpo; Darwin Nunez, Diogo Jota, Mohamed Salah. Allenatore: Jurgen Klopp. Panchina: Adrian, Oxlade Chamberlain, Kelleher, Jones, Fabio Carvalho, Elliott, Joe Gomez, Matip, Tsimikas, Keita, Williams, Firmino. Marcatori: 78' Karim Benzema (RMA) Sostituzioni: 57' Diogo Jota out, Harvey Elliott in (LIV); 57' Darwin Nunez out, Roberto Firmino in (LIV), 73' James Milner out, Alex Oxlade Chamberlain in (LIV); 82' Luka Modric out, Daniel Ceballos in (RMA); 82' Karim Benzema out, Rodrygo in (RMA); 84' Vinicius Junior out, Marco Asensio in (RMA); 84' Toni Kroos out, Aurelian Tchouameni in (RMA); 86' Daniel Carvajal out, Lucas Vazquez in (RMA); 90+1' Andrew Robertson out, Konstantinos Tsimikas in (LIV); 90+1' Codu Gakpo out, Fabio Carvalho in (LIV). Cartellini gialli: 73' Jurgen Klopp (LIV); 90+4' Konstantinos Tsimikas (LIV) Leggi anche: Europa League, probabili e tv del ritorno degli ottavi

La partita d'andata

L'andata degli ottavi di finale di Uefa Champions League tra Liverpool e Real Madrid è andata in scena lo scorso 21 febbraio ad Anfield Road, in Inghilterra. Una sfida sulla carta equilibrata, tra una squadra sì in crisi come quella dei Reds, ma pur sempre dalle grandi qualità tecniche, e i Blancos di Carlo Ancelotti, che si è invece rivelata essere a senso unico. I gol di Darwin Nunez al 4' e Mohamed Salah al 14' avevano illuso i tifosi di casa, che già pregustavano una serata di festa ai danni delle merengues. Il Real, però, non è mai da sottovalutare, soprattutto quando gioca in quella che è la sua competizione "di casa", della quale detiene il record di successi. Dal quarto d'ora del primo tempo in poi, infatti, è stato un assolo spagnolo: al 21' Vinicius Junior aveva accorciato le distanze, per poi firmare la sua doppietta personale e il pareggio poco dopo la mezz'ora di gioco, al minuto 36. Eder Militao, in apertura di secondo tempo, aveva completato la rimonta, poi arricchita da un'altra doppietta, stavolta di Karim Benzema al 55' e al 67', che aveva sancito il risultato finale sul 5-2 a favore degli ospiti.