Festa Milan a Torino: Juve ko 0-3 (Ansa)
Festa Milan a Torino: Juve ko 0-3 (Ansa)

Torino, 9 maggio 2021 - Il Milan fa un passo decisivo verso la prossima Champions League. I rossoneri trionfano all'Allianz Stadium, riuscendo anche a ribaltare la sconfitta dell'andata. Un 3-0 che non ammette repliche quello che esce fuori dallo scontro diretto con la Juventus, colpita nel primo tempo da Brahim Diaz e annichilita nella ripresa da Rebic e Tomori. E' un trionfo quello della squadra di Stefano Pioli, che si permette di sbagliare anche un rigore con Kessie. I rossoneri vedono da vicino la qualificazione all'Europa che conta. Al contrario la Vecchia Signora scivola al quinto posto, a -3 dalla coppia Atalanta-Milan e a -1 dal Napoli quarto. Se non è una resa quella bianconera, poco ci manca. 

Juventus-Milan 0-3, rivivi la diretta

Serie A, risultati e classifica

Riecco Chiesa, sorpresa nel Milan

Andrea Pirlo ripropone dal 1' Chiesa e sceglie McKennie come ala destra e Morata come partner di Ronaldo. Dall'altra parte è Brahim Diaz la sorpresa di Pioli. I primi 10 minuti sono di marca bianconera, con i piemontesi che al 3' hanno subito l'occasione per il vantaggio: sugli sviluppi di un calcio di punizione, il tentativo di de Ligt al volo dopo la respinta di Donnarumma viene salvato in angolo da Theo Hernandez. Con il passare del tempo cresce il possesso rossonero e al 18' arriva anche il primo squillo a firma Brahim Diaz, che conclude alto sopra la traversa. Trascorrono un paio di minuti e il 21 del Milan si fa nuovamente vedere, stavolta centrando la porta ma trovando la presa di Szczesny. 

La sblocca Brahim Diaz

Tanto l'agonismo in campo, meno lo spettacolo, ma le chances comunque non mancano. Al 30' è clamorosa quella che capita sulla testa di Chiellini, che sull'uscita a vuoto di Donnarumma non riesce a inquadrare lo specchio. Sei giri d'orologio più tardi è invece decisivo il tocco di Alex Sandro sul cross di Theo Hernandez per Ibrahimovic, pronto a scaraventare la sfera in porta. Il primo tempo sembra destinato ad andare in archivio a reti bianche, ma proprio sul gong finale ci pensa Brahim Diaz a sbloccare il risultato: lo spagnolo approfitta di una smanacciata di Szczesny per trafiggerlo con un destro perfetto all'incrocio dei pali. E così è il Diavolo a tornare negli spogliatoi con l'entusiasmo dalla sua. 

Tracollo Juve

La ripresa si apre con il tiro di Bentancur, ben imbeccato da Morata, sul quale è puntuale l'intervento di Donnarumma. Al 57' altro momento importante del match: sul destro di Brahim Diaz, Chiellini tocca il pallone con il braccio. Calcio di rigore per i viaggianti, che tuttavia viene sprecato dallo specialista Kessie. Brutte notizie anche dall'infermeria per il Milan, che in due minuti perde Ibrahimovic e Diaz. Gli infortuni non tolgono spirito ai rossoneri, che resistono al timido "assalto" della Juventus e poi la stendono. Prima è Rebic a inventarsi lo splendido 2-0 con un destro perfetto, poi tocca a Tomori mandare i titoli di coda alla sfida, che può significare pass per la prossima Champions League per Donnarumma e compagni. 

Tabellino

Juventus (4-4-2): Szczesny; Cuadrado, De Ligt, Chiellini, Alex Sandro; McKennie, Bentancur (22' st Kulusevski), Rabiot, Chiesa (33' st Dybala); Morata, C.Ronaldo. (31 Pinsoglio, 77 Buffon, 5 Arthur, 8 Ramsey, 13 Danilo, 19 Bonucci, 28 Demiral, 33 Bernardeschi). All.: Pirlo. 

Milan (4-2-3-1): G.Donnarumma; Calabria, Kjaer, Tomori, T.Hernandez; Bennacer (37' st Dalot), Kessié; Saelemaekers (37' st Meite), Brahim Diaz (25' st Krunic), Calhanoglu; Ibrahimovic (21' st Rebic). (1 Tatarusanu, 8 Tonali, 9 Mandzukic, 13 A.Romagnoli, 15 Hauge, 17 Rafael Leao, 20 Kalulu, 46 Gabbia). All.: Pioli. 

Arbitro: Valeri di Roma 2. 

Reti: nel pt 46' Brahim Diaz; nel st 33' Rebic, 37' Tomori. Ammoniti: Chiesa, Chiellini, Saelemaekers per gioco falloso, Brahim Diaz per comportamento scorretto. Angoli: 8-2 per la Juventus. Recupero: 2' e 4'. Note: nel st al 13' Szczesny ha parato un calcio di rigore a Kessié.

Leggi anche: Roma-Crotone 5-0