Spezia-Napoli, l'esultanza di Osimhen (Ansa)
Spezia-Napoli, l'esultanza di Osimhen (Ansa)

 

Napoli, 9 maggio 2021 - Anche quello che apparentemente era l'ultimo grosso ostacolo sul proprio cammino il Napoli l'ha superato e l'ha fatto nel segno di Victor Osimhen, grande protagonista del poker rifilato allo Spezia.

Osimhen, doppia cifra da record

 

Sulla carta le rose di Udinese, Fiorentina e Verona, i prossimi avversari degli azzurri, sono superiori a quella dei liguri, che però avevano dalla loro la spinta delle motivazioni, ossia racimolare punti per blindare la Serie A alla luce del ritmo imposto da Torino e soprattutto Cagliari. Il grande merito dei partenopei al Picco è stato mettere subito in chiaro la propria superiorità tecnica senza lasciare mai spazio al possibile maggior agonismo dei padroni di casa, che già allo scoccare del primo quarto d'ora di gioco si sono trovati a dover rincorrere a causa della rete di Piotr Zielinski. Poi è iniziato l'Osimhen show: 2 gol e un assist (capitalizzato da Hirving Lozano, che rompe così un lunghissimo digiuno) per certificare la fine ufficiale della travagliata fase di apprendistato nel calcio italiano con l'ingresso nel privilegiato club della 'doppia cifra'. Per ricevere la preziosa tessera direttamente dalle mani della Serie A il nigeriano ha impiegato 1289': meno di gente del calibro di Edinson Cavani e Gonzalo Higuain, per restare in ambito azzurro. Certo, la difesa ballerina dello Spezia ha aiutato non poco le lunghe leve di Osimhen che comunque, al di là delle praterie offerte dai padroni di casa, in questa parte conclusiva della stagione si sta confermando sempre di più l'uomo in più della rincorsa Champions del Napoli.

De Paul nel mirino?


Una cavalcata che adesso probabilmente entrerà nella fase più in discesa: a patto ovviamente che i partenopei continuino a offrire un calcio feroce e votato all'attacco, senza dare per scontate le partite di fine stagione contro avversari sulla carta più sazi, come in pieno stile (e malcostume) italico. Con 3 successi, si sa, gli azzurri sarebbero certi di disputare la prossima Champions League senza dover sbirciare ai risultati delle altre. La nuova tappa all'orizzonte si chiama Udinese, formazione che si presenterà martedì al Maradona anche per mettere ulteriormente in mostra Rodrigo De Paul, l'uomo mercato per eccellenza che piace proprio a tutte: anche al Napoli. Per espresse dichiarazioni delle parti in causa, gli abboccamenti in passato non sono mancati e chissà che il corteggiamento non possa riproporsi in futuro, specialmente se tutto continuasse a tacere sul fronte rinnovo di Lorenzo Insigne.Leggi anche - Serie A, Genoa-Sassuolo 1-2