Bologna, 16 giugno 2019 – In un Dall'Ara gremito, l’Italia Under 21 fatica a inizio partita con la Spagna e passa in svantaggio a causa di un capolavoro di Ceballos. Poi la reazione: Chiesa sale in cattedra e trascina i compagni con una doppietta. Chiude il match Pellegrini su rigore all’80. Gli Azzurrini sono ora al primo posto del girone A assieme alla Polonia, vittoriosa contro il Belgio per 3-2 nella gara disputata alle 18.30.

ITALIA A DUE FACCE – All’esordio in questo Europeo Under 21 Di Biagio sceglie di schierare la sua Italia con il 4-3-3. Meret fra i pali, capitan Mandragora davanti alla difesa e Zaniolo, Kean e Chiesa in attacco. La Spagna di de la Fuente risponde con un 4-1-4-1: il napoletano Fabian a metà campo accanto al madridista Ceballos e Mayoral come unica punta. La Roja si porta subito in vantaggio grazie ad un gol strepitoso di Ceballos. Il centrocampista del Real Madrid evita la marcatura di Barella al limite dell’area e con un destro a giro infila Meret sotto il sette. Gli Azzurrini faticano a superare la metà campo e soffrono la velocità di manovra delle Furie Rosse. L’Italia alza il baricentro attorno alla mezz’ora di gioco, pressando meglio gli spagnoli e provando a innescare la velocità di Kean e Chiesa. E’ proprio l’ala della Fiorentina a controllare bene un cambio gioco di Barella, saltare Martin in velocità sulla sinistra e calciare forte con il mancino dal fondo. Sorpreso Simon, che si fa bucare e concede il gol dell’1-1 al minuto 35’. Al 45’ Dimarco ruba palla sulla trequarti e tenta un tiro sul primo palo, bloccato agilmente dal portiere. E’ questa l’ultima emozione della prima frazione di gioco, che si chiude sul punteggio di 1-1.

APOTEOSI AZZURRA – La squadra di Di Biagio riparte col piede giusto. Chiesa, vero protagonista del match, si rende pericoloso al 48’, quando si lancia in contropiede e dal centro-sinistra calcia verso il secondo palo. Palla a lato di poco. La Spagna torna a far girare bene palla, costringendo l’Italia ad abbassarsi. Soler impegna al 54’ Meret con una conclusione forte sotto la traversa, spedita in calcio d’angolo dal portiere azzurro. Ci pensa nuovamente Chiesa a siglare il gol del vantaggio per gli Azzurrini. Cutrone, appena entrato, cerca di concludere dall’interno dell’area. La respinta di un difensore spagnolo crea una situazione confusa, finchè il pallone finisce sui piedi del giocatore viola che di piatto a porta spalancata non sbaglia. 2-1 al minuto 64. Le Furie Rosse, ora in difficoltà, si affidano all’estro di Ceballos. Il fantasista del Real Madrid semina il panico nella retroguardia italiana, ma non riesce a centrare la porta al 77’, sparando alto. La svolta della gara arriva all’80’, quando Soler atterra Pellegrini in area. L’arbitro consulta il VAR e concede il rigore. E’ lo stesscentrocampista della Roma a spiazzare Simon e regalare il 3-1 agli Azzurrini. La Roja accenna un’ultima disperata pressione, non riuscendo però ad impensierire la retroguardia di Di Biagio. L’Italia vince 3-1 all’esordio, affiancandosi alla Polonia in testa al girone A.

Tabellino

Italia (4-3-3): Meret; Calabresi, Mancini, Bonifazi (43'st Bastoni sv), Dimarco; Barella, Mandragora, Pellegrini; Zaniolo (42'pt Orsolini), Kean (15'st Cutrone), Chiesa. In panchina: Audero, Montipò, Pezzella, Tonali, Adjapong, Bonazzoli, Romagna, Locatelli, Murgia. Allenatore Di Biagio. 
Spagna (4-1-4-1): Unai Simon; Martin, Mere, Vallejo, Aguirregabiria; Zubeldia (22'st Fornals); Soler, Fabian Ruiz (1'st Merino), Ceballos, Oyarzabal (40'st Mir); Mayoral. In panchina: Sivera, Martin, Unai Nunez, Manu Vallejo, Lirola, Pedraza, Olmo, Firpo, Roca. Allenatore De La Fuente. 
Arbitro: Gozubuyuk (Olanda)
Reti: 9'pt Ceballos, 36'pt e 19'st Chiesa, 37'st Pellegrini (rig). 
Note - Ammoniti: Calabresi, Zaniolo, Mandragora, Orsolini, Vallejo e Soler. Angoli: 5-4 per la Spagna. Recupero: 4', 5'.

GIRONE A

Polonia-Belgio 3-2
Italia-Spagna 3-1

Classifica: Italia 3, Polonia 3, Belgio 0, Spagna 0.