Antonio Conte
Antonio Conte

Milano, 8 dicembre 2019 – Giocarsi l’accesso agli ottavi di Champions League senza due mediani titolari. E’ questa la difficoltà per Antonio Conte che domani deciderà chi schierare a centrocampo contro il Barcellona. Riproporre la mediana che ha affrontato la Roma oppure scegliere qualche novità? Gli ultimi test serviranno a capire se Kwadwo Asamoah potrà fare la mezzala.

3-5-2 INAMOVIBILE – Partiamo dal ruolo con meno dubbi in assoluto: l’attacco. Romelu Lukaku e Lautaro Martinez dovranno guidare e trainare la squadra contro il Barcellona, perché è dai loro gol che può nascere la qualificazione agli ottavi. E considerando che il Dortmund affronta lo Slavia, probabilmente per l’Inter ci sarà un solo risultato: la vittoria. Poche difficoltà anche in difesa, il muro composto da Godin, De Vrij e Skriniar dovrà arginare il talento di Messi e Suarez.

Ma è in mezzo che Antonio Conte ha bisogno di trovare alternative. Le avrà dal mercato a gennaio, ma ora deve fare con quel che ha. Fuori Sensi, Barella e Gagliardini, la prima opzione sarebbe quella di ripresentare i tre di sabato, ovvero Borja Valero, Brozovic e Vecino. Ma il tecnico medita di fornire più velocità e fisicità al centrocampo, lasciando lo spagnolo come alternativa a partita in corso e inserire Kwadwo Asamoah mezzala. Il ghanese è stato testato contro la Roma in quel ruolo nel finale, ma non ha brillantemente convinto. L’ex Juve è appena rientrato da un infortunio e non è al top della forma, soprattutto andrebbe a ricoprire un ruolo che non interpreta da un po’. Dubbi anche sui quinti di centrocampo, perché proprio Asamoah è una alternativa a sinistra a Biraghi, mentre a destra Candreva non è in perfette condizioni e potrebbe toccare a Lazaro. L’altra è una soluzione più prudente con D’Ambrosio a tutta fascia. L’Inter per passare deve ottenere lo stesso risultato del Borussia Dortmund avendo lo scontro diretto a favore.