Venerdì 24 Maggio 2024

Inchiesta stipendi Juventus, Dybala interrogato: dubbi su un accordo da 3 milioni

L'attaccante della Roma è stato sentito dalla Finanza di Torino: interrogatorio secretato. Il 27 marzo si decide sul rinvio a giudizio di Agnelli e Nedved

Paulo Dybala, attaccante della Roma

Paulo Dybala, attaccante della Roma

Roma, 22 febbraio 2023 -  L'attaccante della Roma, Paulo Dybala, è stato sentito ieri, nella Capitale, dai finanzieri del Nucleo di Polizia Economico Finanziaria della Gdf di Torino, che conducono l'indagine Prisma sui bilanci della Juventus, coordinata dalla Procura della Repubblica del capoluogo piemontese.

L'argentino è stato sentito, per oltre un'ora, per avere ulteriori chiarimenti su un accordo con il club bianconero per un risarcimento pari - secondo quanto risulta - a 3 milioni di euro. Una cifra che sarebbe legata alla 'manovra stipendi', uno degli aspetti su cui è incentrata l'inchiesta.

L'interrogatorio, che è stato secretato, rientra tra gli atti integrativi ammessi dal codice di procedura penale fino al giorno dell'udienza, in calendario il 27 marzo, nella quale il giudice deciderà sulla richiesta di rinvio a giudizio di 12 ex dirigenti della Juventus, tra i quali Andrea Agnelli e Pavel Nedved. È possibile, anche se non vi è alcuna conferma al riguardo, che altri atti integrativi siano stati compiuti o siano ancora in programma nel mese restante prima dell'udienza davanti al gup per approfondire il quadro accusatorio, già ricco di 14mila pagine.