Lunedì 17 Giugno 2024
MARCO GALVANI
Sport

Bez-Marini, nuovo Sprint Italia

Mini gara a Binder (Ktm), da urlo le Ducati del team di Vale. Bagnaia sesto, alle 19 il Gp

di Marco Galvani

Il ’Bez’ un leone. Marini di cuore. Ma Brad Binder (nella foto) è una fionda sulla Ktm: dalla casella numero 15 in griglia alla vittoria della Sprint Race. Una rimonta capolavoro fin dalle prime curve. Chiude la pratica dopo aver iniziato nell’ombra il weekend e dopo un’astinenza di 595 giorni dal gradino più alto del podio. Ma "ha fatto meglio, impossibile passarlo". Marco Bezzecchi riconosce l’onore e il valore dell’avversario. L’alfiere del team VR46 è comunque soddisfatto: "All’inizio la bagarre è stata dura, ho perso un po’ di tempo, ma poi sono riuscito a recuperare. E quasi ce l’avevo fatta, ci ho provato come un matto... comunque in gara ci riproviamo".

Meno ottimista il compagno di box Luca Marini, 3° al suo primo podio in top class. Dalla sua, "un’ottima partenza, mi sono concentrato soprattutto su quello perché nella Sprint Race è importante partire davanti e bene – analizza il fratello di Vale –. Portimao è stato un incubo e questo podio ci voleva proprio. Anche se nella gara lunga sarà più difficile, non penso di riuscire ad avere lo stesso passo per replicare questo risultato".

Gomme a parte, una delle sue preoccupazioni è anche Franco Morbidelli: "in uscita di curva e in progressione era davvero impossibile passarlo". Frankie è tornato? Dopo due anni vissuti lontano dai radar, entra per la prima volta nella Top 5: 4° e indemoniato a cercare di prendersi il podio. Mastica amaro il compagno di squadra Fabio Quartararo, 9° davanti alla Ktm di Jack Miller. Race con poco sprint per Pecco Bagnaia, 6° alle spalle della Ducati satellite del poleman Alex Marquez: "Non potevo fare di più, non ero a posto al 100%. Comunque va bene così, mi sono divertito. Sappiamo già dove lavorare per la gara". Raccoglie le briciole la Aprilia nonostante il monopolio del venerdì: Aleix Espargarò è finito nella ghiaia quando era 7°, mentre Maverick Vinales (7°) sotto la bandiera a scacchi ha lasciato due posizioni rispetto alla partenza.

A dettare il passo in Moto2 è Alonso Lopez con il nuovo record del circuito (1’42.472). Al suo fianco il connazionale Aron Canet e il thailandese Somkita Chantra. Sesto Celestino Vietti, due caselle indietro Tony Arbolino. In Moto3, la pole è firmata Ayumu Sasaki (1’48.539). Il giapponese della Husqvarna condividerà la prima fila con la Ktm di Deniz Oncu e il brasiliano Diogo Moreira (Ktm). Migliore italiano, Andrea Migno (Honda), 9° a oltre un secondo da Sasaki. Così le gare in diretta tv: diretta Sky alle 16 Moto3 (differita TV8 alle 18), alle 17.15 Moto2 (TV8 alle 19.20), alle 19 MotoGp (TV8 alle 21).