Giovedì 23 Maggio 2024
MANUEL MINGUZZI
Altri Sport

Nibali: “Ho sofferto pressione e aspettative, ma ora voglio godermi il Lombardia”

Lo squalo chiude domani la sua carriera al Lombardia, tra successi nei grandi giri e pressione Nibali è pronto a voltare pagina

Vincenzo Nibali

Vincenzo Nibali

Bergamo, 7 ottobre 2022 - Ultima corsa da ciclista professionista per Vincenzo Nibali domani al Giro di Lombardia, già vinto dallo squalo due volte in carriera. Il campione siciliano non ha rimpianti e conferma la sua scelta ma continuerà ad andare in bicicletta, nei suoi programmi anche una gara in Mountain bike in Sud Africa e diventerà ambasciatore del nuovo team di Doug Ryder con Swiss Pro Team, e domani sarà una grande festa. Per Nibali è anche il momento di un bilancio della sua carriera tra pressioni e aspettative.

Nibali: “Ho sofferto. Tour 2014 vittoria più importante”

In una lunga intervista a Cyclingnews, Vincenzo Nibali si è raccontato a 360 gradi, ammettendo di aver sofferto per le aspettative nei suoi confronti ma anche di essere arrivato alla fine della sua carriera felice e rilassato: “Non voglio vivere l’ultima corsa come qualcosa di drammatico - le sue parole - Voglio godermi il Giro do Lombardia a cui arrivo con buona forma, l’idea è di andare alla grande e non finire in modo anonimo. Per me è una corsa speciale e voglio un risultato di cui essere orgoglioso”. Come detto, Nibali continuerà, farà l’ambasciatore nella nuova squadra di Doug Ryder ‘sono già impegnato nel mio ruolo’, e correrà in Mountain bike ‘vorrei andare a Saitama in Giappone e alla Cape Epic in Sud Africa, corsa di Mountain bike’. Ma la carriera non è stata sempre facile, tante le aspettative e le pressioni su di lui, un aspetto di cui ha sofferto: “Lo ammetto, ho sofferto pressione e aspettative - la confessione dello squalo - Sono sempre stato sotto i riflettori e non è facile gestire tutto. Guardate Vingegaard che ha vinto il Tour, tutti vogliono un pezzo di te e pensano di poterti criticare senza conoscerti o sapere come stai. Tante volte ho corso senza essere al top, non mi sono mai tirato indietro ma la gente non lo capiva”. Per Nibali trionfi in tutti e tre i grandi giri, partendo dalla Vuelta, passando per il Giro d’Italia e anche dal Tour de France. Quella del 2014 è stata la sua vittoria più importante: “Sì, dico il Tour 2014, un evento globale. Giro d’Italia? Per un italiano è il sogno di ogni bambino e quelle vittorie resteranno speciali”. Leggi anche - Garcia Cortina vince il Gran Piemonte 2022