Lunedì 20 Maggio 2024
MANUEL MINGUZZI
Altri Sport

Coppa del Mondo di sci 2023/24, si pensa di posticipare il via di Solden: ecco perché

L’emergenza climatica consiglia una riformulazione del calendario: dopo la raffica di cancellazioni autunnali, c’è l’ipotesi di un avvio posticipato

Sofia Goggia, vincitrice della quarta coppa di discesa

Sofia Goggia, vincitrice della quarta coppa di discesa

Si è chiusa la stagione degli sport invernali con le finali di marzo a Soldeu, ma il via della Coppa del mondo 2023/2024 potrebbe essere posticipato a novembre. La raffica di cancellazioni tra ottobre e novembre 2022, con l’emergenza climatica sempre più presente e pressante, potrebbe portare a una modifica del calendario, che ancora deve essere ufficializzato, per il via della prossima stagione. Resta in calendario lo Speed Opening di Zermatt mentre rischia la tappa femminile di Lake Louise.

Otto gare cancellate nel 2022, inizio a Solden posticipato?

Se ben ricordate, l’inizio della Coppa del mondo è 2022/2023 è stato funestato dalle alte temperature, con ben otto cancellazioni, compresa la novità dello Speed Opening in quel di Zermatt-Cervinia. Solo a dicembre e anche con le tappe nordamericane, con l’arrivo dell’inverno, si è ritrovata una certa continuità di calendario e gli organizzatori della Coppa del mondo starebbero pensando a qualche modifica in vista della prossima stagione. Ad esempio, il via da Solden potrebbe essere spostato di qualche giorno, posticipandolo di un paio di settimane dal 22 ottobre al 4 novembre. Si proverà invece ad effettuare lo Speed Opening dopo la cancellazione 2022, con Zermatt-Cervinia in programma l’11 e il 12 novembre per gli uomini e il 18-19 novembre per le donne. In calendario dovrebbe poi restare Levi, ma non è detto verrà confermata per le donne Lake Louise, dove Goggia vanta una grande tradizione, con la novità, annunciata ad ottobre 2022, di Mont Tremblant in Canada per una tappa dedicata allo slalom gigante in data 2-3 dicembre (ovvero lo slot di Lake Louise).

"Siamo grati alla FIS di questa opportunità e siamo lieti di avere un partner di livello mondiale pronto a investire nella nostra visione - ha affermato Therese Brisson, Presidente e CEO di Alpine Canada – Abbiamo dalla nostra anche una squadra molto forte di sci alpino femminile nelle discipline tecniche e siamo ansiosi di ospitare una tappa di Coppa del Mondo in Canada”, l'annuncio della nuova località in calendario. Al maschile, invece, la tappa di velocità a Lake potrebbe rimanere in programma. In termini generali, dovrebbe restare l’idea di garantire equilibrio tra le discipline sacrificando ovviamente i paralleli e le combinate, in questo caso potrebbe saltare dal calendario Lech-Zuers, altra tappa cancellata a inizio stagione scorsa a causa delle alte temperature. Un’altra grande novità potrebbe essere rappresentata dal finale di stagione. Le finali di Coppa saranno affidate a Saalbach-Hinterglemm o al Colorado negli Stati Uniti, anche se l'opzione principale resta quella europea nella località che ospiterà i mondiali 2025, con una diversa calendarizzazione rispetto al recente passato. Invece di una settimana secca di gare ravvicinate, si pensa ad una diluizione del programma delle finali di Coppa del mondo su due settimane, prima con le gare tecniche e poi con quelle veloci. Non sembra invece prevista una apertura verso il Sudamerica, teatro delle sessioni di allenamento di avvicinamento alla coppa, dove il clima invernale ancora regge rispetto alle difficoltà europee, ma in futuro chissà che non possa esserci una espansione se le temperature continueranno a rappresentare un problema nel Vecchio Continente. Leggi anche - Sci velocità, record Origone: sono quattordici coppe del mondo