Magnus Nielsen (LaPresse)
Magnus Nielsen (LaPresse)

Carcassonne, 22 luglio 2018 - Proprio come ieri, anche la tappa 15 del Tour de France 2018, l'ultima della seconda settimana di Grande Boucle, è divisa in due: da una parte una fuga di 29 corridori, dall'altra l'andatura blanda del gruppo maglia gialla. Il risultato è che a vincere sarà proprio un componente del plotone dei battistrada, ovvero Magnus Cort Nielsen, che regala all'Astana il secondo successo consecutivo dopo quello di ieri di Omar Fraile. Dopo 13' anche il gruppo maglia gialla arriverà a Carcassonne. Il segnale è chiaro: nessuno ha voluto attaccare, rimandando i fuochi d'artificio alla terza e ultima settimana del Tour, quella che prevede nel menù i temutissimi Pirenei.

Tour de France 2018, la tappa 16. Orari tv, percorso e favoriti

Tour de France 2018, tappa 15. Le pagelle di Angelo Costa

Vietati i fumogeni al Tour dopo la caduta di Nibali - di A. COSTA

LA CRONACA - I 181 km da Millau a Carcassonne chiudono la seconda settimana dell'edizione 105 del Tour de France. Dopo vari tentativi falliti, la fuga buona prende il largo dopo un'ora di gara: si tratta di 29 corridori tra cui Pozzovivo, Colbrelli, Bennati, Sagan, Van Avermaet, Majka, Mollema, Vichot, Impey e Calmejane. Proprio quest'ultimo sul Col de Sié proverà a partire in solitaria ma la sua azione sarà presto riassorbita dal gruppo di testa. Destino analogo per i tentativi in discesa di Sagan, Skujins, Van Avermaet e Terpstra, mentre quello del tandem Grillier-Bernard prende il largo e guadagna 2' sugli ex compagni di fuga e 12'30'' sul gruppo principale. Sul GPM di seconda categoria del Pic de Nore (12,3 km al 6,3%) Majka raggiunge e supera la coppia di testa, mentre dal plotone maglia gialla Daniel Martin tenta l'attacco. A poco più di 10 km dal traguardo il polacco della Bora-Hansgrohe si rialza e viene riassorbito dai 7 superstiti della fuga iniziale. Tra essi anche Pozzovivo, ma a giocarsi la vittoria di tappa saranno in 3: Mollema, Izagirre e Nielsen. Sarà proprio quest'ultimo a regolare il drappello degli attaccanti regalando la doppietta all'Astana dopo il successo di ieri di Omar Fraile. Dopo 13' taglierà il traguardo, in maniera per la verità molto serena, il gruppo maglia gialla: delusione per chi si aspettava i fuochi d'artificio, magari sul temuto Pic de Nore. Tutto rimandato alla prossima settimana, l'ultima di questo Tour de France sempre più nelle mani del Team Sky.

TOUR2018_32199215_164004

ORDINE DI ARRIVO

1)M.C. Nielsen (AST) in 4h25'52''
2)J. Izagirre Insausti (TBM) st
3)B. Mollema (TFS) a 2''
4)M. Valgren (AST) a 29''
5)T. Skujins (TFS) a 34''
6)D. Pozzovivo (TBM) a 34''
7)L. Calmejane (TDE) a 34''
8)R. Majka (BOH) a 37''
9)N. Arndt (SUN) a 2'31''
10)J. Bernard (TFS) a 2'38''

CLASSIFICA GENERALE

1)G. Thomas (SKY) in 62h49'47''
2)C. Froome (SKY a 1'39''
3)T. Dumoulin (SUN) a 1'50''
4)P. Roglic (TLJ) a 2'38''
5)R. Bardet (ALM) a 3'21''
6)M. Landa (MOV) a 3'42''
7)S. Kruijswijk (TLJ) a 3'57''
8)N.A. Quintana (MOV) a 4'23''
9)J. Fuglsang (AST) a 6'14''
10)D. Martin (UAD) a 6'54''