La caduta di Jakobsen e Gronewegen al Giro di Polonia
La caduta di Jakobsen e Gronewegen al Giro di Polonia

Roma, 3 novembre 2020 - Dopo circa quattro mesi dalla spaventosa caduta in volata al Giro di Polonia, Fabio Jakobsen è vicino a tornare in bicicletta. Il velocista della Deceuninck, caduto in corsa per via di una manovra azzardata di Dylan Groenewegen, è vicino al ritorno in sella, anche se il suo processo di recupero verso le gare richiederà ancora tempo e un altro intervento fissato nel 2021.

Per Jakobsen multiple fratture facciali e la perdita di praticamente tutti i denti nel corso di quell'incidente, ma tra un paio di settimane potrà tornare in bici: "La cresta pelvica è vicina alla guarigione - ha affermato Jakobsen, come si legge su Oasport - Da lì in avanti potrò tornare in bici e anche il processo di guarigione alla mascella sta andando bene. L'osso trapiantato deve crescere e il prossimo intervento è fissato per il 2021". Nel frattempo, il Comitato nominato dall'Uci che sta indagando sulla caduta dovrebbe aver concluso la relazione relativa all'incidente tra Groenewegen e Jakobsen: il velocista della Jumbo rischia fino a 9 mesi di squalifica.

Leggi anche - Ciclismo, la Ntt rischia di sparire