Mercoledì 29 Maggio 2024

Imprese vincenti, boom di candidati

Anna Roscio: "Il capitale umano è un valore trainante e condiviso, per resistere e superare la pandemia"

L’evento finale in streaming che ha celebrato le 112 Imprese Vincenti 2021

L’evento finale in streaming che ha celebrato le 112 Imprese Vincenti 2021

Che cosa è emerso in particolare da questa terza edizione che ha visto 112 Pmi vincenti? «Rispetto all’edizione del 2020 che, inevitabilmente, aveva risentito della fase più acuta della pandemia, e quindi della fatica e delle preoccupazioni generate dal Covid-19 ma anche la voglia di resistere, quest’anno il percorso del digital tour è stato caratterizzato da un sentimento di fiducia da parte delle imprese, sebbene ancora in uno scenario di alti e bassi rispetto alla pandemia. Un clima di fiducia ma, vorrei sottolineare, anche e soprattutto di riconoscenza delle imprese nei confronti delle loro persone». 

Il capitale umano quindi rimane fondamentale? «Sicuramente. Per questa terza edizione abbiamo deciso di de- dicare le otto tappe non più, come in passato, ai diversi territori ma ad altrettante tematiche, dalla sostenibilità alla digitalizzazione, dalle filiere all’internazionalizzazione e includendo due tematiche per noi rilevanti come l’agribusiness, per cui il panel dei nostri partner ha registrato l’ingresso di Coldiretti, e quello dell’impact, ovvero del ruolo im- portante delle imprese non profit nel trasmettere, in sinergia con quelle profit, il benessere ai territori in cui operano, specialmente in una fase difficile come quella caratterizzata dalla pandemia. Ma, al di là del tema messo a fuoco nelle singole tappe, in tutte abbiamo sempre riscontrato il forte riferimento al capitale umano come valore fonda- mentale prima per resistere alla pandemia e dopo per ripartire».

Un tema forte del tour è stato quello della sostenibilità? «La sostenibilità, intesa non solo dal punto di vista ambientale ma anche sociale – per cui abbiamo come partner del pro-gramma Nativa e Circularity - insieme con l’innovazione e la digitalizzazione, sono pilastri per la crescita delle Pmi, come peraltro evidenziato dai programmi del Pnrr. E devo dire che il tour ha messo in luce un ecosistema di Pmi molto maturo e orientato a contribuire alla rinascita del Paese dopo la crisi e i danni provocati dalla pandemia. Un ecosistema che riguarda le Pmi di tutto il Paese, dal Nord al Sud, dove forse l’unica differenza è rappresentata da dimensioni aziendali ancora leggermente inferiori ma con eccellenze per capacità imprenditoriale e innovazione».

Dopo questa terza edizione ci sarà la quarta? «Direi proprio di sì e come sempre con idee nuove. Intanto, grazie alla collaborazione con i nostri Partner di progetto, le Pmi vincenti potranno contare su un sistema di servizi e supporto alla crescita, come ad esempio la Lounge Elite di Borsa Italiana».