Mercoledì 19 Giugno 2024

La sfida del Gruppo Pool Pack Innovazione e distribuzione fanno rima con sostenibilità

La sfida del Gruppo Pool Pack  Innovazione e distribuzione  fanno rima con sostenibilità

La sfida del Gruppo Pool Pack Innovazione e distribuzione fanno rima con sostenibilità

Guardare al futuro nel rispetto dell’ambiente. Con questo approccio il gruppo reggiano Pool Pack – con i suoi sette siti produttivi, i 450 dipendenti e i settemila articoli in catalogo è leader nazionale nel packaging alimentare – si è da sempre contraddistinto per la propensione nella ricerca di soluzioni innovative in grado di soddisfare, e a volte anticipare, le esigenze del mercato.

Le 29 aziende che lo compongono, suddivise tra produzione e commercializzazione, coprono tutta Italia, rendendolo partner unico nella produzione, trasformazione, stampa e commercializzazione di packaging alimentare. Il cliente ottiene così un prodotto e un servizio di elevata qualità, con possibilità di personalizzazione secondo specifiche esigenze. Ma la vera sfida dei giorni nostri è la sostenibilità, e grazie a un reparto R&D all’avanguardia, Pool Pack è in prima linea nella ricerca e nello sviluppo di prodotti sempre nuovi e in linea con i dettami dell’ecosostenibilità.

Già nel 2019 il gruppo si fece promotore della campagna ’Pool Pack For Change’ progettando innovative linee di imballaggio plastic free per eliminare la plastica e favorire processi di riciclabilità e compostabilità. Il risultato ha portato, solo nel 2019, a una diminuzione di 100mila chili di plastica prodotta. A partire dal 2022 è stata realizzata una linea di sacchetti ’carbon neutral’ per avviare un’azione di contrasto al cambiamento climatico attraverso la compensazione delle emissioni di CO2 generate nel corso dell’intero ciclo di vita (acquisto materie prime, produzione, distribuzione, smaltimento). Si tratta di un sacchetto per alimenti da forno, realizzato in 3 differenti formati, con carta kraft avana, certificata PEFC proveniente da foreste coltivate in modo responsabile.

Pool Pack è intervenuta sulle emissioni del sacchetto ottimizzandone il fine vita attraverso un miglioramento delle caratteristiche di riciclabilità mediante l’utilizzo di inchiostri e colle a base d’acqua e rendendo il prodotto compostabile. Le emissioni residue che non possono essere eliminate mediante interventi sulla composizione del sacchetto o sul processo produttivo sono state compensate mediante l’acquisto di crediti di carbonio certificati. Per la compensazione, è stato scelto il progetto di riforestazione ’CO2OL Tropical Mix’ in corso di realizzazione nello stato di Panama.

Il progetto prevede un intervento su un’ampia area di terreni prima boschivi ma poi disboscati per l’allevamento estensivo del bestiame. L’obiettivo è ricreare, nell’area, le condizioni originali attraverso la riforestazione con specie arboree autoctone e la graduale conversione in foreste miste (oltre 7,5 milioni di piante ripiantate). Nel corso del 2022 sono stati realizzati 3.634.000 sacchetti con identiche caratteristiche.

L’obiettivo è fornire a tutta la filiera – produttori delle carte, sacchettifici, punti vendita e consumatori – la possibilità di contribuire a progetti di contrasto al cambiamento climatico attraverso la salvaguardia del patrimonio boschivo che costituisce la fonte primaria da cui nascono i sacchetti in carta che utilizziamo ogni giorno.

Egidio Scala