Mercoledì 29 Maggio 2024

Roma, Piantedosi: "Da luglio la riqualificazione della zona Termini"

Dopo l'allarme criminalità lanciato dagli albergatori e il censimento dei sentatetto intorno alla stazione, il ministro dell'Interno fornisce i dati del fenomeno e promette che anche l'ex hub vaccinale "verrà superato"

Il ministro dell'Interno Matteo Piantedosi al Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblicata in Prefettura a Roma

Il ministro dell'Interno Matteo Piantedosi al Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblicata in Prefettura a Roma

Roma, 4 maggio 2033 - La riqualificazione della zona Termini, a partire da luglio, in vista del Giubileo. Ma anche i dati del 'censimento' di chi, abusivo, gravita intorno alla principale stazione della Capitale. E, in definitiva, una risposta data agli esercenti e, in particolare, agli albergatori, che hanno lanciato il grido di allarme per una criminalità, nell’area dell’Esquilino, sempre più diffusa, a danno dei propri clienti ma anche dei loro dipendenti e di chi ci vive.

Ne ha parlato questa mattina il ministro dell'Interno Matteo Piantedosi dopo aver partecipato al comitato per la sicurezza della città.

La riqualificazione di Termini: dove

"L'elemento di novità è un grande progetto di riqualificazione dell'area di Termini che verrà avviata a luglio in vista del Giubileo da piazza dei Cinquecento a piazza della Repubblica, compresi gli attraversamenti. Dobbiamo cogliere l'occasione per contribuire a realizzare il progetto con un'attenzione rinnovata anche per evitare che i cantieri si trasformino in luoghi insicuri e per creare le condizioni strutturali per trovare un posizionamento visibile delle forze dell'ordine" – ha dichiarato Piantedosi al termine dell’incontro.

Roma Termini: i numeri degli abusivi

"Sono state censite circa 160 persone di nazionalità varia che gravitano nell`area della stazione Termini" a Roma: "Circa 35 nazionalità, il 20% sono italiani e quindi questo dà l`idea anche quando talvolta frettolosamente si tende ad attribuire quei fenomeni ad altri fenomeni, come gli sbarchi".

Sbarchi non sono prima causa

Sbarchi e migrazioni che "che sicuramente vanno messi sotto controllo, perché non devono contribuire ad alimentare le fasce di emarginazione", ma si tratta in realtà di "un fenomeno molto più complesso di quello che talvolta tutti tendiamo semplicisticamente a rappresentare" - ha rimarcato il ministro dell`Interno Matteo Piantedosi, ricordano i dati di un censimento di Roma Capitale sull`area della stazione Termini. Si tratta, ha aggiunto, "di persone che stanno lì perché si sentono più sicure".

I numeri dei controlli

"Dall`inizio dell`anno, solo nell`area della stazione Termini - ha ricordato Piantedosi - abbiamo impiegato quasi 3mila unità di forza di polizia, 200 di polizia municipale". Sono state "30mila le persone controllate, di cui oltre 10mila stranieri, 164 persone arrestate, 305 denunciate, 5.200 veicoli controllati, 501 esercizi pubblici controllati. C`è dunque un`attenzione massima, che rinnoveremo".

Piantedosi: tanti episodi prevenuti

"Ci siamo ripromessi di allargare l'area di attenzione intorno alle stazione Termini" di Roma, "consapevoli che gli ultimi episodi, che non sono novità ma sono capitati ciclicamente in quelle aree delle stazioni, vanno affrontati con la massima serietà, ma non sono la prova dell'inefficacia dei servizi che stiamo facendo" - ha aggiunto il Ministro. "È difficile dare conto degli episodi che sono stati prevenuti" e "per gli episodi più gravi abbiamo assicurato alla giustizia i responsabili".

Videosorveglianza: 6 milioni di euro

Il titolare del Viminale ha annunciato che nel 2023 sono stati stanziati circa 6-7 milioni di euro in più per i progetti di video sorveglianza dell`area metropolitana di Roma.

Hub vaccinale usato dai senzatetto

"Capisco il problema degli esercenti e dei residenti e il punto di vista degli albergatori, ma la riqualificazione dell'area è la risposta. La strada che noi offriamo è un grande progetto di riqualificazione" ha replicato Piantedosi dopo l'allarme lanciato dagli albergatori della zona Esquilino che hanno contestato anche l'impiego dell'hub vaccinale per l'accoglienza sostenendo che non verrebbe realmente usato dai senza fissa dimora, il ministro ha aggiunto che "l'hub vaccinale verrà superato. Roma Capitale sta pensando a nuove soluzioni di accoglienza".