Trasporti a Roma, un altro sciopero dei mezzi pubblici: disagi su bus, metropolitana e ferrovie Metromare e per Viterbo

Sciopero indetto da Faisa – Cisal per la sicurezza del personale. Non sono coinvolte solo le linee date in affidamento da Atac ad altri operatori

Sciopero del trasporto pubblico locale a Roma (foto d'archivio)

Sciopero del trasporto pubblico locale a Roma (foto d'archivio)

Roma, 7 dicembre 2023 – Mattinata di disagi per i romani e i pendolari dell’area della Capitale alle prese con un nuovo sciopero dei trasporti pubblici locali. L’agitazione dei lavoratori delle aziende Tpl di Roma e Lazio è indetto dal sindacato Faisa – Cisal per 4 ore oggi, dalle 9 alle 13, e punta a denunciare le condizioni di sicurezza degli operatori del servizio, coinvolti spesso in aggressioni. L’adesione riguarda il personale delle aziende Atac, Cotral, Astral e Roma Tpl aderenti al sindacato Faisa - Cisal. 

Le linee che non scioperano

Sulla rete gestita dall’Atac lo sciopero non coinvolge i collegamenti eseguiti da altri operatori che hanno il servizio di trasporto in subaffidamento. Le linee che non sono influenzate dalla mobilitazione e dovrebbero operare regolarmente sono le 021, 043, 77, 113, 246, 246P, 319, 351, 500, 551, 718.

Sono invece a rischio anche le ferrovie Metromare verso Ostia e la Roma-Viterbo, oltre ai collegamenti regionali di Cotral.

A metà mattina secondo Roma Servizi per la Mobilità ha aggiornato la situazione della metropolitana: il servizio prosegue sull’intera rete ma sono chiuse le stazioni Ponte Lungo, Repubblica, Sant'Agnese Annibaliano e Conca d'Oro. Per le linee di superficie e la ferrovia Termini-Centocelle sono possibili riduzioni di corse.

Atac ha inoltre ricordato che nel precedente sciopero indetto da Faisa – Cisal di 24 ore del 29 marzo 2022 l’adesione arrivò al 33,8% per l’esercizio dei mezzi di superficie e del 13% per l’esercizio di metropolitane e ferrovie concesse.

Se vuoi iscriverti al canale WhatsApp di Qn clicca qui