Lunedì 17 Giugno 2024

Lite tra due clochard finisce in tragedia a Roma: 46enne muore in ospedale

La vittima, un cittadino polacco senza fissa dimora, era stato ricoverato in coma per un'emorragia cerebrale e con le ossa del naso fratturate

Clochard morto (immagine d'archivio)

Clochard morto (immagine d'archivio)

Roma, 10 febbraio 2023 - La testa e il naso fracassati, quando i sanitari lo hanno portato via in ambulanza era già in coma, e non si è più risvegliato. Un senzatetto è morto in ospedale dove era arrivato in stato di coma, trasportato dal 118. E' successo a Roma e sul caso indagano i poliziotti del commissariato Borgo che hanno fermato un altro clochard, accusato di aver aggredito la vittima durante una lite. 

Roma accoltellamento a Termini: resta grave il 46enne. Salvini: "Basta bivacchi"

A contattare la polizia sono stati i sanitari del Santo Spirito, dove l'uomo, un 46enne polacco, era stato ricoverato il giorno prima, in coma per un'emorragia cerebrale e con le ossa del naso fratturate.  Il clochard è deceduto il giorno dopo in ospedale.  Da quanto ricostruito dalla polizia, il 46enne era stato soccorso in via San Pio X e nella zona, dalle testimonianze raccolte da altri clochard, è emerso che il giorno precedente al trasporto in ospedale, la vittima aveva avuto una lite, per futili motivi, con un altro senzatetto che lo aveva spintonato. 

A quel punto, secondo quanto ricostruito dagli investigatori, il 46enne era caduto a terra sbattendo la testa ed era poi rientrato nella sua tenda. Probabilmente le sue condizioni si sono aggravate e altri senzatetto il giorno seguente, non vedendolo uscire dalla tenda, si sono preoccupati e hanno chiesto i soccorsi sanitari.  Un altro clochard, italiano di 30 anni, è stato identificato e sottoposto ieri dalla polizia a fermo per omicidio preterintenzionale, in attesa di convalida.