Martedì 18 Giugno 2024

Giovanna Fatello, morta a 10 anni in sala operatoria: "Intervenuta prescrizione"

I due anestesisti erano stati condannati in primo grado a 2 anni per omicidio colposo, con pagamento di una provvisionale di 550mila euro

Intervento in sala operatoria (immagine di repertorio)

Intervento in sala operatoria (immagine di repertorio)

Roma, 4 aprile 2023 - "Non doversi procedere nei confronti degli imputati per intervenuta prescrizione". È quanto ha affermato il pg di Roma nel processo di secondo grado per la morte di Giovanna Fatello, 10 anni, avvenuta nel 2014 durante un intervento al timpano nella clinica Villa Mafalda. Nel procedimento sono imputati due anestesisti accusati di omicidio colposo e condannati in primo grado a due anni, pena sospesa e subordinata al pagamento di una provvisionale di 550mila euro in favore dei familiari.

Approfondisci:

Tumore di 2 kg asportato dal fegato di una bambina di 10 mesi

Tumore di 2 kg asportato dal fegato di una bambina di 10 mesi

Nel corso del suo intervento l'avvocato di parte civile, Gianluca Tognozzi, ha affermato che la bimba "stava benissimo, non sono emerse patologie cardiache pregresse. Giovanna è morta per la condotta degli anestesisti. Dopo aver somministrato l'anestetico alla piccola, l'anestesista si è allontanato dalla sala operatoria e ha fatto una telefonata di 42 secondi, lui doveva essere presente in sala per legge e invece si è assentato. C'è stata inoltre una omertà assoluta da parte di tutti i presenti in sala operatoria". "Come parte civile siamo delusi per l'intervenuta prescrizione, avremmo gradito una sentenza di conferma -ha aggiunto il legale Orazio Labianca - ora vedremo l'esito di questo processo il 30 maggio, siamo fiduciosi".

Approfondisci:

Seno rimodellato con innesto di grasso al posto di protesi: Pietro Gentile vince premio internazionale

Seno rimodellato con innesto di grasso al posto di protesi: Pietro Gentile vince premio internazionale