Lunedì 15 Aprile 2024

Congelano il feto nel freezer dopo un aborto: coppia denunciata per occultamento di cadavere

Il macabro ritrovamento è avvenuto a Roma. La donna ha raccontato di aver perso il bambino dopo essersi sentita male in casa. La procura ha disposto l’autopsia per chiarire le cause

Il feto nel freezer di casa è stato trovato dalla polizia

La polizia sta indagando sul furto compiuto ai danni di un imprenditore

Roma, 1 aprile 2024 – Congela il feto nel freezer dopo un aborto. È stata denunciata per occultamento di cadavere la coppia di quarantenni che ha nascosto nel congelatore il feto del bambino, nato morto al quarto mese di gravidanza e lungo una trentina di centimetri.

Il macabro ritrovamento è avvenuto alla Borghesiana, alla periferia di Roma. Alla polizia, la donna avrebbe raccontato di averlo congelato “per tenerlo accanto” a lei per sempre. Ma sono in corso le indagini per capire se l’aborto sia stato spontaneo o se si sia trattato di una pratica clandestina oltre i termini consentiti dalla legge.

Cosa è successo

Una cittadina romena, dopo aver perso un figlio che portava in grembo da quattro mesi, lo ha congelato in freezer per tenerlo accanto a lei per sempre. La donna, insieme a suo marito, sono stati denunciati dalla polizia per occultamento di cadavere.

La scoperta del feto è avvenuta durante un sopralluogo delle forze dell’ordine, allertata dai medici del policlinico Casilino. La donna, infatti, si era presentata al pronto soccorso con una forte emorragia che, secondo quanto ha raccontato, non era stata provocata da una causa precisa.

La macabra scoperta

I medici del reparto di ginecologia che l'hanno visitata hanno però scoperto che la fuoriuscita di sangue poteva dipendere solo da un aborto o da un parto prematuro. Per chiarire le cause, l'ospedale ha trasmesso il referto medico ai poliziotti del distretto Casilino. E, quando sono entrati in casa della coppia, in via Regalbuto, hanno trovato il feto di quattro mesi, lungo circa 30 centimetri, congelato nel freezer.

La donna si è giustificata dicendo di aver “perso il bambino dentro casa” dopo essersi sentita male. Sul caso indaga la procura di Roma che ha disposto l'autopsia sul feto per chiarire le cause del decesso.

Clicca qui se vuoi iscriverti al canale WhatsApp di Qn