Lunedì 17 Giugno 2024

Roma, tassista non fa salire Alessandro Cecchi Paone: “Hai criticato i taxi, vai a piedi”

Il fatto ieri pomeriggio in zona Campo de’ Fiori. Il giornalista: “È la dimostrazione concreta di come in Italia serva più concorrenza nel settore”. Il Codacons fa partire esposto

Roma, 6 giugno 2024 – Interviene anche il Codacons sulla vicenda che ieri ha avuto come protagonisti un tassista della Capitale e Alessandro Cecchi Paone. Il primo si sarebbe rifiutato di far salire il giornalista, per via delle critiche mosse da quest’ultimo sulla sua categoria professionale. L’ente che tutela i consumatori ha avviato un esposto. 

Alessandro Cecchi Paone (Ansa)
Alessandro Cecchi Paone (Ansa)

C’è pure un filmato a provare quanto accaduto: il tassista lo avrebbe condiviso sui propri canali social. La telecamera a bordo riprende Cecchi Paone mentre ferma il mezzo. Da lì il dialogo con il conducente: “Mi dispiace ma non la voglio prendere perché parla male dei taxi, vada a piedi!”, dice. La risposta del giornalista non si fa attendere: “Uber vi massacrerà!”. L’auto è poi vista ripartire per le vie del centro di Roma. Il fatto è accaduto in zona Campo de’ Fiori, verso le 15.40. 

Nella giornata di domani, il Codacons depositerà una denuncia alla polizia, alla Procura della Repubblica e a Roma Capitale, con l’obiettivo di rintracciare il tassista. Non dovrebbe essere troppo difficile, proprio grazie al video che sta circolando: “Mostra anche i codici con i riferimenti della vettura responsabile del grave episodio”, fa sapere l’associazione.

Chiediamo “di procedere per il reato di interruzione di pubblico servizio, elevando le sanzioni previste dalla normativa vigente e valutando gli ulteriori provvedimenti disciplinari da intraprendere, compresa la sospensione della licenza”, tuona il Codacons. 

"È la dimostrazione concreta di come in Italia serva più concorrenza nel settore, più sigle di tassisti e più servizi di trasporto come Uber – ha dichiarato Cecchi Paone – Fortunatamente pochi minuti dopo sono riuscito a chiamare un taxi tramite la app di un servizio che io uso abitualmente, taxi che è arrivato puntuale e mi ha portato all'aeroporto di Fiumicino”. E poi: “Il tassista che mi ha impedito di salire sul taxi non ha reso un buon servizio alla sua categoria, e ha fatto una cosa che non poteva fare: ora vedremo se ci saranno conseguenze sul piano penale dopo la denuncia del Codacons”.

"Questo è un fatto gravissimo che costituisce il cosiddetto rifiuto di corsa – è la reazione dell’assessore capitolino ai trasporti Eugenio Patanè – Se i fatti saranno accertati e se il dottor Cecchi Paone vorrà segnalare il fatto al dipartimento Mobilità Sostenibile e Trasporti, indicando o la targa o il numero di licenza del tassista che si è reso protagonista di una violazione così palese della legge e del regolamento, questo sarà punito con le sanzioni previste che arrivano alla sospensione della licenza”.