Lunedì 22 Luglio 2024
PATRIZIA TOSSI
Roma

Capodanno 2023 a Roma: le regole per il concertone al Circo Massimo

Cosa prevedono le ordinanze su alcol, botti e mascherine. Metal detector ai varchi di accesso e maxi schermo con le regole anti Covid. Si teme un incursione degli anarchici. A quanto ammontano le multe sui botti illegali.

Roma, 30 dicembre 2022 – Fervono gli ultimi preparativi per il Capodanno 2023, Roma si prepara ad accogliere oltre 700mila turisti. L’evento più gettonato sarò “Rome Restart 2023”, l'attesissimo Concertone di fine anno che torna in grande stile al Circo Massimo dopo lo stop dell’emergenza Covid. Sono attese oltre 50mila persone: ecco le regole su alcol, botti e fuochi d'artificiomascherine. Da giorni sono stati intensificati i controlli per il timore di un'incursione dei gruppi ararchici al Concerto di Capodanno. 

Concerto al Circo Massimo
Concerto al Circo Massimo

Mascherine: messaggi sui maxi schermi

"I medici raccomandano la mascherina? Stiamo pensando anche di lanciare dei messaggi attraverso i maxi schermi che ci saranno al concerto. È vero che l’evento sarà all'aperto, ma ci sembra un messaggio intelligente che sicuramente daremo”. A dirlo è Alessandro Onorato, assessore ai Grandi Eventi di Roma Capitale.

“L'evento deve essere svolto in sicurezza – continua – sia in termini sanitari per il Covid, ma anche in termini di sicurezza fisica: non a caso faremo un prefiltraggio molto prima dell'arrivo al Circo Massimo per evitare alcolici, fuochi d'artificio e qualunque situazione che possa arrecare momenti di danno o generare situazioni di rischio. Vogliamo che sia una grande festa e che venga fatta in sicurezza in questo senso la prefettura sta facendo un grande lavoro", ha concluso l'assessore.

Metal detector ai varchi: ecco dove

Tutta la zona del Circo Massimo sarà circondata dalle forze dell’ordine: digos, polizia, carabinieri e finanza sono al lavoro da giorni per prevenire incursioni violente. È alto il rischio di infiltrati anarchici al concerto di Capodanno, per questo il Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza già tracciato le linee guida per l’intervento delle forze dell’ordine. I gruppi anarchici si incontreranno alle 16 tra via Giulia e via Arenula, senza nessuna autorizzazione da parte della Prefettura, per protestare contro il 41 bis inflitto a Alfredo Cospito.

I varchi al Circo Massimo saranno controllati con i metal detector: in via del Circo Massimo/via Fonte di Fauno; via dei Cerchi/piazza di Porta Capena; via della Greca/via Clivo dei Publici; via dei Cerchi/via San Teodoro; piazzale Ugo La Malfa/via delle Terme Deciane.

Alcol vietato al Circo Massimo

Non sarà possibile portare alcolici al Circo Massimo, dove si svolgerà il concerto di fine anno. Unica eccezione il brindisi di mezzanotte. L’ordinanza anti alcol è stata firmata per evitare risse e incidenti, vista l’altissima quantità di pubblico che parteciperà all’evento. Inizialmente era stato previsto ai Fori Imperiali, una cornice ad alto impatto emotivo con una capienza autorizzata dal prefetto di 30mila persone. Ma, vista la grande partecipazione – ci sarà un grande afflusso da tutta Italia, soprattutto da Milano dove quest’anno non è stato organizzato l’evento musicale in piazza Duomo – nei giorni scorsi la decisione di spostarlo al Circo Massimo, che può contenere fino a 100mila spettatori.

La festa inizierà alle 21.30 e proseguirà anche dopo il brindisi al nuovo anno con uno speciale dj-set a cura di Dimensione Suono Roma, per continuare a cantare e ballare insieme ai romani e ai turisti almeno fino all’1.30 di notte. Sul palco si alterneranno quattro personaggi di grande impatto: Elodie, Franco 126, Madame e Sangiovanni.

Fuochi d’artificio

Vietato anche quest'anno l’uso di fuochi d’artificio, razzi, petardi e materiale esplodente di altro tipo per i tradizionali festeggiamenti di fine anno, ad eccezione degli spettacoli pirotecnici svolti da professionisti espressamente autorizzati. Il divieto – disposto con l’ordinanza del sindaco del 29 dicembre – sarà in vigore in tutta Roma per tutto il periodo festivo: dall’1 del 31 dicembre fino alla mezzanotte del 6 gennaio 2023.

“È una misura necessaria per garantire l’incolumità fisica delle persone, con particolare riguardo ai minori – spiega il Campidoglio in una nota –, nonché la tutela della pubblica sicurezza e del patrimonio pubblico e privato. Poiché le norme in vigore non prevedono per i Comuni la possibilità di limitare la vendita di materiali pirotecnici, l’unica prevenzione possibile è quella di contenere al massimo l’uso di questo genere di prodotti. Che, come l’esperienza insegna, possono provocare danni alle persone e al patrimonio artistico, culturale e ambientale della città”.

Si tratta anche, prosegue il Campidoglio, di “un gesto di attenzione nei confronti degli animali,che soffrono i fortissimi livelli acustici generati dai materiali esplodenti”. La novità di quest’anno sul mercato illegale dei botti è la pericolosa Bomba Kvara: 3 chili di esplosivo potenzialmente letale. Resta consentito l’uso di fontane luminose, tubi lancia-coriandoli, bacchette scintillanti.

Le multe

L’inosservanza delle disposizioni contenute nell’ordinanza del sindaco Roberto Gualtieri comporta l’applicazione delle sanzioni da 25 a 500 euro e il sequestro dei materiali, ferme restando le sanzioni più gravi applicabili ai sensi della normativa vigente.