Roma, bimbo di 10 anni cade dal terzo piano di un B&B: condizioni critiche. Era in vacanza con la famiglia

Soccorso in strada dai genitori ancora in pigiama, è stato portato d’urgenza al Bambino Gesù. La famiglia americana era in città da 3 giorni

Un'ambulanza (foto d'archivio)

Un'ambulanza (foto d'archivio)

Roma, 17 gennaio 2024 – Grave incidente nel centro di Roma dove nella notte, verso le 4.30, un bambino americano di 10 anni è caduto dalla finestra del terzo piano di una camera del B&B nei pressi di corso Vittorio Emanuele II dove alloggiava con la famiglia. Il piccolo è in condizioni critiche e, dopo essere stato soccorso dai genitori accorsi in strada ancora in pigiama, è stato portato in codice rosso dal 118 all’ospedale Bambino Gesù dove è stato ricoverato in terapia intensiva. La famiglia del bimbo, i genitori e un fratello di 3 anni più grande, era arrivata a Roma dagli Stati Uniti da 3 giorni fa per una vacanza. Sul luogo dell’incidente sono intervenuti i carabinieri della stazione di Roma Farnese per capire come sia avvenuta la caduta da circa 10 metri d’altezza.

Cosa è accaduto

I carabinieri sono accorsi sul luogo dell’incidente in via dei Banchi Nuovi, vicino a corso Vittorio Emanuele II, dove hanno sentito le grida disperate dei genitori che prestavano i primi soccorsi al bambino riverso a terra privo di sensi. Si sta cercando di chiarire cosa abbia portato il piccolo di 10 anni a sporgersi dalla finestra della camera al terzo piano nella notte, fino al punto di precipitare di sotto. I genitori avrebbero raccontato che il figlio era nella camera con il fratello maggiore mentre loro stavano dormendo quando è avvenuto l’incidente. I militari hanno eseguito un primo sopralluogo nel B&B: il letto dove stava il bambino caduto era vicino alla finestra trovata ancora aperta. La prima ipotesi è che il bimbo di 10 anni si sarebbe svegliato e sarebbe caduto dalla finestra lasciata aperta. Indagini in corso.

Se vuoi iscriverti al canale WhatsApp di Qn clicca qui