Giovedì 13 Giugno 2024

Ponte di Messina, Salvini: “Cantieri nell’estate 2024”. Ma Foti (FdI) è prudente

Il ministro dei Trasporti è certo: l’obiettivo è partire tra un anno. Il capogruppo meloniano alla Camera: “Dubito saremo già agli appalti”

Roma, 27 settembre 2023 - Ponte di Messina, quando si parte? L’opera –voluta fortissimamente dal ministro Matteo Salvini-  sarà in manovra?

" Il ponte in manovra è una spesa d’investimento e quindi penso possa essere una posta di bilancio che riguarda un programma pluriennale. Nel 2024 bisogna vedere, io dubito che” il prossimo anno “saremo già agli appalti”. Lo ha detto il capogruppo di FdI alla Camera Tommaso Foti rispondendo ai giornalisti fuori da Montecitorio.

Salvini: cantieri nel 2024

Erano state invece ispirate a certezze le parole di Salvini. ”Stiamo fortunatamente, positivamente e con tanta pazienza rispettando il cronoprogramma che ci siamo dati dieci mesi fa”, afferma il ministro delle Infrastrutture e dei trasporti al congresso dell’Ordine degli ingegneri ribadendo “l’obiettivo è aprire i cantieri, dopo 52 anni di parole, nell’estate dell’anno del signore 2024” e la chiusura nel 2032 con il primo treno, la prima auto, la prima moto, il primo camion che attraverseranno il collegamento stabile.

Approfondisci:

Ponte sullo Stretto di Messina, la storia infinita. Da Carlo Magno a Salvini

Ponte sullo Stretto di Messina, la storia infinita. Da Carlo Magno a Salvini

Quindi, qual è la sintesi? Forse per capire lo stato dell’arte bisogna tornare alle dichiarazioni di Galeazzo Bignami, viceministro dei Trasporti. Che a Palermo, intervenendo alla due giorni di FdI, ha dichiarato che il problema non è tanto la prima pietra, “questo governo si candida piuttosto a mettere l’ultima”.