Venerdì 24 Maggio 2024

Patente aziendale a punti, il governo accelera

Una commissione istituita dal ministro della Giustizia avrà 12 mesi per proporre interventi sulla sicurezza sul lavoro, con l'ipotesi di estendere la patente a punti anche alle aziende. Sindacati e governo si muovono per prevenire incidenti e migliorare la vigilanza.

Una commissione avrà 12 mesi per avanzare proposte sulla sicurezza sul lavoro ed è in campo l’ipotesi di un’estensione, oltre al settore dell’edilizia, della patente a punti per le aziende. La tragedia di Suviana impone al governo un’accelerata sul tema delle morti sul lavoro e a muoversi sono sia il ministero della Giustizia che quello del Lavoro. La commissione, istituita dal ministro della Giustizia Carlo Nordio, dovrà analizzare l’attuale "quadro normativo e giurisprudenziale per verificarne i limiti e le criticità" al fine di "formulare proposte di intervento". Il gruppo, presieduto dal viceministro alla Giustizia, Francesco Paolo Sisto, si insedierà il 26 aprile e avrà un anno per presentare le sue proposte. Così come indicato nel decreto ministeriale, appare fondamentale la prevenzione e una continua attività di aggiornamento oltre alla formazione di "una coscienza diffusa di responsabilità, l’accurata vigilanza e sorveglianza". I sindacati nel frattempo spingono per una struttura che, in caso di incidenti sul lavoro, abbia poteri di intervento su tutto il territorio, ovvero una Procura nazionale. Il provvedimento della patente a punti invece partirà dai canteri edili "dove le irregolarità sono al 76%, all’85% in quelli del Superbonus" ha precisato la ministra del Lavoro Marina Calderone, che non esclude l’estensione della norma anche ad altri settori.