Lunedì 20 Maggio 2024

Europee, capolista regionale della Spd picchiato a Dresda mentre affiggeva manifesti

L’eurodeputato Ecke, 41 anni, ferito gravemente. “Dovrà essere operato”. Spd: “I nostri valori democratici sotto attacco”

L'eurodeputato Matthias Ecke

L'eurodeputato Matthias Ecke

Berlino, 4 maggio 2024 - L'europarlamentare socialdemocratico tedesco (Spd) Matthias Ecke, candidato di punta del partito nella regione Sassonia alle elezioni europee, è stato “aggredito e gravemente ferito” ieri sera mentre affiggeva manifesti nel capoluogo del Land, Dresda. Lo scrive oggi l'agenzia Dpa citando la polizia e il partito. Il 41enne è stato ricoverato in ospedale e “dovrà essere operato”, riferisce ancora l'agenzia segnalando che c'erano stati tentativi di intimidazione, distruzioni di manifesti e insulti verso militanti che li affiggevano. 

Poco prima anche un altro volontario di 28 anni era stato aggredito mentre appendeva manifesti dei Verdi, e secondo la polizia si tratterebbe degli stessi aggressori. 

ll ministro degli Interni tedesco, Nancy Faeser, ha condannato il "brutale atto di violenza" che ha ferito gravemente l'eurodeputato sassone e ha denunciato gli attacchi contro altri democratici durante la campagna elettorale. Faeser ha detto di aver contattato personalmente Ecke e di aver parlato anche telefonicamente con il capo regionale dell'Interno, Armin Schuster. "Tutte le circostanze e i retroscena di questo brutale atto di violenza devono ora essere indagati in dettaglio e gli autori devono essere identificati", ha detto Faeser. "Se un attacco politicamente motivato contro il deputato Matthias Ecke fosse confermato poche settimane prima delle elezioni europee, questo grave atto di violenza sarebbe anche un grave attacco contro la democrazia, stiamo vivendo una nuova dimensione di violenza antidemocratica", ha aggiunto la ministra tedesca, secondo cui "gli estremisti e i populisti che alimentano un crescente clima di violenza con un'ostilità verbale totale contro i politici democratici sono corresponsabili" di questo tipo di attacchi che si verificano con crescente frequenza. "Lo Stato di diritto deve reagire, e lo farà, con una procedura dura e con ulteriori misure di protezione per le forze democratiche del nostro Paese", ha concluso. 

Anche il capo della Spd in Sassonia, Henning Homan, ha parlato di “segnale di allarme che nessuno può ignorare. I nostri valori democratici sono sotto attacco – ha scritto su X -. La serie di attacchi da parte di bande di delinquenti contro le squadre di affissione di manifesti dei partiti democratici è un attacco alle fondamenta della nostra democrazia”.

"Diamo la nostra totale solidarietà al collega Matthias Ecke che ìè stato brutalmente aggredito ieri sera a Dresda e siamo qui anche per dire insieme a tutte le altre forze socialiste, democratiche e progressiste un forte no alla violenza politica e fascista in ogni sua forma, in ogni suo tentativo di intimidire chi si impegna ogni giorno per la politica, come fa il nostro collega come Matthias a cui va il nostro abbraccio e il supporto dell'intera comunità democratica", sono le parole della leader Pd, Elly Schlein, a Berlino per un evento del Pse in vista delle europee.