Sabato 20 Luglio 2024

Concluso il backup del cellulare di La Russa junior a Milano: Eliminate tutte le conversazioni con il padre

Le operazioni di backup dello smartphone del figlio del presidente del Senato indagato per violenza sessuale sono terminate. I magistrati e la Squadra mobile stanno ora individuando una data per estrapolare chat, foto e video che saranno analizzati per ricostruire la notte in questione.

Sono state eliminate tutte le conversazioni coperte dalle garanzie costituzionali, come i messaggi scambiati fra Leonardo Apache La Russa e il padre. Dalla mole di materiale acquisito verranno estrapolate in una fase successiva chat, foto o video che potrebbero essere di interesse investigativo. Sono durate quasi due giorni le operazioni di backup dello smartphone del figlio del presidente del Senato indagato a Milano per violenza sessuale, assieme all’amico dj Tommy Gilardoni, in seguito alla denuncia di una sua ex compagna di liceo rivista la sera tra il 18 e il 19 maggio scorsi a una festa all’Apophis, un club milanese.

La copia forense, svolta con la formula dell’accertamento irripetibile, anche alla presenza dei difensori o dei loro consulenti, è cominciata lunedì attorno alle 11 e si è conclusa ieri, alle 17. Ora Leonardo La Russa potrà chiedere la restituzione del telefono. Oggi magistrati e Squadra mobile faranno il punto della situazione e individueranno, in accordo tra le parti, una data nella quale verranno estrapolati chat, foto e video che poi verranno analizzati per ricostruire quella notte e le giornate successive.

A.G.