Giovedì 11 Aprile 2024

Social e inclusione: "Oltre i pregiudizi"

La sordità non è un nemico da temere, ma l'ignoranza e i pregiudizi. Chiara Bucello e Ludovica Billi con "The Deaf Soul" combattono per l'accessibilità e l'accettazione, dimostrando che la sordità può arricchire le relazioni umane.

La sordità viene spesso definita come una ‘disabilità fantasma’, perché c’è ma non si vede. Ma non bisogna averne paura: "Il vero nemico non è la sordità, che può essere una risorsa e riesce a dare originalità alle nostre giornate: ma i dubbi, l’ignoranza su questa condizione, i pregiudizi". Per sconfiggerli la siciliana Chiara Bucello insieme alla toscana Ludovica Billi, sorde dalla nascita, hanno creato "The Deaf Soul", uno spazio dedicato all’accessibilità. Sono seguitissime su Instagram, dove con video autoironici danno supporto emotivo alle persone audiolese e alle loro famiglie. Racconta Ludovica: "Ad un appuntamento, quando un ragazzo ha capito che ero sorda ha cercato una scusa per andarsene". "La sordità - sottolinea Chiara - non ci allontana dalle persone, al contrario, ci aiuta a capire chi ci vuole bene".

A cura di Maurizio Costanzo