Giovedì 23 Maggio 2024

Reggia di Caserta, ruba una piastrella del pavimento dell'800: 42enne denunciato

Ha prelevato il ''souvenir'' nascondendolo in una busta, incastrato dalle telecamere di sorveglianza, dovrà rispondere di furto di beni culturali

Caserta, 15 aprile 2023 - Durante la visita al complesso monumentale Vanvitelliano, un visitatore attraversando la Sala delle Battaglie inciampa in una mattonella che non aderiva perfettamente al pavimento dell’Ottocento. Prosegue di qualche passo, poi ci ripensa e decide di portarla a casa come souvenir. Le telecamere però lo incastrano e ora dovrà rispondere di furto. 

Il furto

Cos’è successo. I fatti risalgono al 16 marzo scorso quando le telecamere di sorveglianza della Reggia di Caserta, poste lungo il percorso che attraversa gli appartamenti reali, hanno ripreso la scena del furto. L'uomo, un 42enne di Castel Volturno, entrato come visitatore solitario del Palazzo Reale, nell'attraversare la porta d'ingresso che introduce nella Sala delle Battaglie, situata nell'ala ottocentesca, ha calpestato una mattonella sollevata dal pavimento: torna indietro di qualche passo, si abbassa e preleva il prezioso ''souvenir'' lo nasconde in una busta gialla e prosegue nella visita.

I controlli

Alla chiusura, il coordinatore del servizio di vigilanza del sito museale, nell'effettuare il giro di controllo, si è accorto del furto e ha avvisato la direttrice che, a sua volta, ha informato i carabinieri della compagnia di Caserta. I militari hanno così effettuato i rilievi e acquisito le immagini del sistema di videosorveglianza sono riusciti a risalire all'identikit dell'autore. Nel giro di pochi giorni, sono riusciti ad identificare l'autore del furto.

La piastrella recuperata

L'uomo, rintracciato e bloccato, è stato sottoposto a una perquisizione domiciliare nel corso della quale è stata trovata la piastrella che aveva catalogato e conservato all'interno di una busta in plastica. Il capitano Pietro Tribuzio, Comandante della Compagnia Carabinieri di Caserta, ha potuto così riconsegnare, al direttore Tiziana Maffei, la piastrella recuperata che potrà così essere ricollocata nella meravigliosa sala ottocentesca. L'uomo, denunciato, dovrà rispondere del reato di furto di beni culturali.

Approfondisci:

Afrodite, Eros con delfini, teste di toro: nel tempietto di Paestum si riscopre la storia

Afrodite, Eros con delfini, teste di toro: nel tempietto di Paestum si riscopre la storia