Giovedì 13 Giugno 2024

Reddito di cittadinanza, nuovo corteo di protesta a Napoli: “Roma stiamo arrivando”. Video

Disoccupati, precari ed ex percettori del sussidio hanno organizzato una manifestazione per le vie del centro: è la terza negli ultimi 10 giorni

Napoli, 9 agosto 2023 – Nuovo corteo di protesta a Napoli per il reddito di cittadinanza e il lavoro. Non si fermano le manifestazioni contro la decisione del governo di togliere da agosto il reddito di cittadinanza alle persone che, il mese scorso, hanno ricevuto i messaggi via sms di sospensione del sussidio: in Italia sono 169mila nuclei familiari, di cui più di 21mila solo nel territorio napoletano. 

I manifestanti mostrano la card gialla del reddito di cittadinanza durante la protesta a Napoli
I manifestanti mostrano la card gialla del reddito di cittadinanza durante la protesta a Napoli

Stamattina un gruppo di circa 200 persone tra disoccupati, precari ed ex percettori del reddito si è riunito nuovamente in piazza del Gesù per organizzare un corteo di protesta: si tratta della terza manifestazione in città dopo quella davanti alla sede dell’Inps di via De Gasperi del 31 luglio e il corteo del 2 agosto passato davanti alle sedi cittadine di Fratelli d’Italia, Inps, Prefettura e Comune.

Approfondisci:

Reddito cittadinanza, dopo Napoli è Roma a perdere più sussidi: oltre 12mila sms di sospensione inviati nella Capitale, a Bolzano solo 29

Reddito cittadinanza, dopo Napoli è Roma a perdere più sussidi: oltre 12mila sms di sospensione inviati nella Capitale, a Bolzano solo 29
Manifestazione di protesta a Napoli
Manifestazione di protesta a Napoli

Il corteo: “Roma stiamo arrivando”

Con i cori "Roma stiamo arrivando" e anche alcuni insulti verso la premier Giorgia Meloni oggi, verso le 11, il gruppo si è mosso da piazza del Gesù diretto lungo le vie del centro storico. Armati di megafono, i manifestanti hanno scandito slogan in favore della misura di sostegno al reddito esponendo striscioni con la scritta "Reddito di base e lavoro per tutti”. Alcuni di loro esibiscono la card gialla con cui è stato finora riscosso il reddito di cittadinanza: “Dal mese prossimo - dice uno dei presenti - non potrò fare la spesa né pagare le bollette. Tutto ciò perché sarei occupabile, ma si dimentica che da noi il lavoro serio e vero non esiste. È ipocrita abolire il reddito senza aver prima assicurato ai percettori la possibilità di un impiego”

Sit-in e blocchi del traffico

L’itinerario del corteo, che è autorizzato, prevede di attraversare la città fino al palazzo Santa Lucia, sede della Regione Campania. Sopo la partenza, in corso Umberto, all'incrocio con via Mezzocannone, il corteo ha bloccato il traffico. C’è stato un sit-in anche in piazza Bovio e la circolazione è andata in tilt al passaggio dei manifestanti in via De Gasperi e via Melisurgo. Una volta attraversata piazza Municipio il corteo si è fermato su via Marina, davanti all'ingresso del molo Beverello, impedendo il passaggio ai veicoli provenienti dalla galleria Vittoria. Davanti palazzo San Giacomo, sede del Comune, il corteo si è fermato per chiedere di parlare con l'assessore alle Politiche sociali.