Sabato 15 Giugno 2024

Morto il 91enne scaraventato a terra in un bar da un giovane clochard a Napoli

Vincenzo Fiorillo è deceduto nella notte al Cardarelli: era rimasto in coma per un mese a causa di un’emorragia cerebrale. Il 25enne Filix Stoils rischia l’accusa di omicidio

Il clochard era stato portato in carcere subito dopo l'aggressione

Il clochard era stato portato in carcere subito dopo l'aggressione

Napoli, 27 maggio 2024 – È morto questa notte Vincenzo Fiorillo, il 91enne spinto con violenza davanti a un bar di Napoli. Rimasto in coma per quattro settimane, l’anziano l'anziano non si era mai ripreso dalle lesioni riportate nella caduta. Era stato anche operato per emorragia cerebrale nel tentativo di salvarlo. Il decesso è avvenuto nella notte all’ospedale Cardarelli.

Clochard rischia l’accisa di omicidio

Si aggrava così la posizione del 25enne Filix Stoils – il clochard di origine tedesca, incensurato e senza fissa dimora – arrestato subito dopo il fatto: ora dovrà rispondere di omicidio. Sono ancora poco chiare le motivazioni della spinta che ha fatto cadere a terra il 91enne davanti agli occhi del figlio, titolare del locale. 

Cos’è successo

L’aggressione era accaduta il primo maggio davanti a un bar in via Santa Maria di Costantinopoli a Napoli. La vittima, padre del titolare del bar, era sull'uscio della porta: cadde a terra procurandosi una emorragia cerebrale e per questo venne trasferita in codice rosso nell'ospedale Cardarelli. Il clochard venne arrestato e portato in carcere dai carabinieri con l'accusa di resistenza e lesioni gravissime, reato che adesso sarà riqualificato in omicidio. Un gesto, il suo, senza alcun apparente motivo.