Venerdì 21 Giugno 2024

Gilda Ammendola trovata impiccata in carcere a Parigi: è giallo. Famiglia chiede la verità

La 32enne napoletana, mamma di una bambina di 8, sembra non avesse precedenti. I familiari hanno presentato un esposto e i pm di Roma hanno aperto un fascicolo per istigazione al suicidio

Gilda Ammendola, deceduta nel carcere di Parigi

Gilda Ammendola, deceduta nel carcere di Parigi

Napoli, 9 marzo 2023 - Viveva ad Ercolano, nel Napoletano, Gilda Ammendola, la detenuta 32enne trovata impiccata nel carcere di Fleyry-Merogis a Parigi. La donna era stata arrestata lo scorso 21 gennaio. Ora la procura di Roma, in seguito ad un esposto presentato dai familiari della donna, ha aperto un fascicolo di indagine per istigazione al suicidio e hanno disposto l'autopsia della salma che dovrebbe essere svolto la prossima settimana a Napoli.  I familiari dicono di non conoscere i motivi dell'arresto di Gilda Ammendola,madre di una bambina di 8 anni,  che risulta senza precedenti penali. Pare che le autorità francesi abbiano disposto una autopsia senza che i familiari potessero nominare un proprio perito e questo li avrebbe spinti a rivolgersi ad un avvocato, che ha presentato l'esposto alla procura di Roma. Ora ci sarà una seconda autopsia.  I familiari, dopo l'arresto, avrebbero dapprima ricevuto una richiesta di effetti personali per la detenuta, poi una seconda telefonata, questa volta per annunciare il decesso della giovane donna.

"Cospito può rifiutare i trattamenti salva-vita" E lui chiede i domiciliari Carcere di Rebibbia, detenuto si toglie la vita: sarebbe uscito fra sei mesi