Il tifone Hagibis verso il Giappone. Immagine da Noaa Satellites, twitter
Il tifone Hagibis verso il Giappone. Immagine da Noaa Satellites, twitter

Roma, 8 settembre 2019 - Sarà il diciannovesimo tifone della stagione e minaccia di essere uno dei peggiori. Il super tifone Hagibis si è sviluppato rapidamente nel Pacifico occidentale, passando da una tempesta tropicale a un super tifone di classe cinque in sole 24 ore. Tra il mezzogiorno di domenica e la stessa ora del lunedì, i venti del tifone sono passati da 100 chilometri all'ora a 250 km/h, mentre il suo centro si avvicinava all'isola di Anatahan, nelle Marianne. Solo gli uragani atlantici Patricia (ottobre 2015) e Wilma (2005) si sono rafforzati più velocemente.

La potenza e la rotta del maxi tifone

L'Agenzia Meterologica giapponese stima che questo settimana sono attesi venti violenti, mare mosso e forti piogge sul Giappone. Alle 15.00 dell'8 ottobre, il tifone Hagibis si trovava a circa 550 chilometri a nord-nord-ovest di Guam e si dirigeva a nord-ovest ad una velocità di circa 25 chilometri all'ora. Aveva una pressione atmosferica centrale di 915 hectopascal. La velocità massima sostenuta del vento vicino al suo centro era di 55 metri al secondo (198 km/h), con una velocità massima delle raffiche di 75 m/s (270 km/h). La velocità del vento dovrebbe iniziare ad aumentare intorno alle isole Ogasawara circa 1.000 chilometri a sud di Tokyo il 9 ottobre, e il mare dovrebbe diventare agitato tra il 9 e il 12 ottobre. A seconda del corso del tifone, potrebbe sferrare un'ampia area che va dall'ovest al nord del Giappone con venti potenti, così come onde alte e piogge torrenziali che potrebbero far scattare l'allarme meteo. Hagibis si indebolirà mentre si avvicina al Giappone a causa dei venti di livello superiore sempre più sfavorevoli. Nonostante  questo, dovrebbe comunque essere un tifone forte e pericoloso. Si stima che quando colpirà il Giappone potrebbe essere ancora equivalente a un uragano di categoria 2, con venti a circa 160 km/h, con raffiche fino a 200 km/h. L'isola di Honshu è probabilmente quella che sara la più colpita. Le ultime proiezioni prevedono che l'occhio della tempesta sarà proprio sopra Tokyo alle 18:00 GMT di sabato.

Le previsioni meteo di Tokyo

Le conseguenze per Mondiale di Rugby e sul Gp di F1

Il Giappone sta attualmente ospitando la Coppa del Mondo di Rugby, e l'approccio del tifone ha aumentato la possibilità che alcune partite del 12 e 13 ottobre possano essere colpite. Sono quelle in programma per sabato a Fukuoka (Irlanda-Samoa) e domenica a Kumamoto (Galles-Uruguay). Il cambio di rotta del ciclone minaccia anche  due partite cruciali a Yokohama, a sud di Tokyo, questo fine settimana: Francia e Inghilterra devono lottare per il primo posto nel Pool C il sabato, mentre il Giappone deve affrontare la Scozia la domenica, con un posto nei quarti di finale in palio. L'Italia gioca con la Nuova Zelanda sabato alle 6.45 ora italiana. Non sono da escludere violenti temporali con piogge torrenziali anche a Suzuka dove domenica si svolgerà il Gran Premio di Formula 1.