Venerdì 14 Giugno 2024
PATRIZIA TOSSI
Magazine

Vertigo, in arrivo il remake del capolavoro di Hitchcock con Robert Downey Jr

Paramount ha acquistato i diritti della pellicola del 1956. È considerato uno dei capolavori nella storia del cinema

James Stewart e Kim Novak in Vertigo

James Stewart e Kim Novak in Vertigo

Los Angeles, 24 marzo 2023 – È uno dei remake più attesi e ora potrebbe diventare realtà. 'Vertigo – La donna che visse due volte', uno dei capolavori del maestro del thriller Alfred Hitchcock, sta per tornare in una nuova veste, rivisitato in chiave moderna. Il progetto è in cantiere in casa Paramount, che ha già acquistato i diritti e commissionato la sceneggiatura del nuovo film. A interpretare il protagonista della storia – il poliziotto John ‘Scottie’ Ferguson, reso indimenticabile dal talento di James Stewart – dovrebbe essere Robert Downey Jr., candidato all’Oscar con la sua versione di Charlie Chaplin nel film Charlot. Top secret, al momento, il volto che sostotuirà sullo schermo l’affascinante Kim Novak, co-protagonista nel doppio ruolo di Madeleine Elster e Judy Barton. La donna che visse due volte, appunto.

Impresa unica

È la prima volta che qualcuno si cimenta in un rifacimento di Vertigo. Nel corso degli anni, sono usciti diversi remake delle opere di Hitchcock – il più famoso è lo Psycho di Gus Van Sant del 1998 – e alcuni cineasti come Brian De Palma (con Obsession e Body Double), David Lynch (con Mulholland Drive) e Mel Brooks (con High Anxiety) hanno tratto grande ispirazione dallo stesso Vertigo. Fu  Hitchcock a intraprendere l’impresa di rifare se stesso, con una nuova versione del thriller 'L'uomo che sapeva troppo' uscita nel ‘56, ben 22 anni dopo il film originale con Stewart e Doris Day.

Vertigo: il remake

Gli studi della Paramount Picture sono gli stessi in cui fu girata la versione originale di Vertigo, nel 1958. Sarà lo stesso attore Robert Downey Jr. a produrre il film insieme alla moglie Susan Downey, con la quale nel 2010 ha aperto la casa di produzione Team Downey. Nell’accordo, al momento, figurano anche i produttori cinematografici John Davis and John Fox, attraverso la Davis Entertainment. La sceneggiatura del remake sarà affidata a Steven Knight, creatore della serie di successo Peaky Blinders. È un momento d’oro nella carriera di Knight, al quale è stato anche affidato l’incarico di scrivere la trama del nuovo Star Wars che Sharmeen Obaid-Chinoy ('Ms. Marvel') dovrebbe dirigere.

Il film originale

Considerato uno dei capolavori del cinema di Hitchcock, il re degli intrighi gialli a sfondo psicologico, il primo Vertigo uscì nella sale americane nel 1958. In Italia lo abbiamo visto con il titolo ‘La donna che visse due volte’, con un cast di altissimo profilo come da tradizione hitchcockiana. Il film è tratto dall’omonimo romanzo omonimo del 1954, scritto da Thomas Narcejac e Pierre Boileau. Il romanzo segue la stessa trama di Vertigo, ma è ambientato a Parigi durante la seconda guerra mondiale, con un finale molto diverso dall’opera di Hitchcock. La sceneggiatura finale fu scritta da Samuel A. Taylor, incontrando l'approvazione del regista che ne aveva già bocciata una priva versione. Taylor si mise al lavoro senza conoscere il romanzo e senza aver letto la prima traccia, firmata da Alec Coppel, basandosi soltanto sul racconto della trama, espostogli direttamente da Hitchcock.

La trama

La pellicola originale vedeva James Stewart nei panni di John "Scottie" Ferguson, un detective della polizia di San Francisco che si ritira a causa di una paralizzante paura dell'altezza, causata da un grave caso di vertigini. Vertico, appunto. Dopo essere stato ingaggiato per pedinare la moglie di un suo conoscente, Madeleine (Kim Novak), Scottie diventa ossessionato da lei, ma le sue paure lo rendono impotente nel salvarla quando lei sale su una torre e precipita nel vuoto. E entra in campo la misteriosa ‘donna che visse due volte’, con scambi di ruoli tra Madeleine e Judy Barton, la commessa di un negozio di cui il detective si innamora, ma che alla fine si rivela essere proprio Madeleine.

Il successo del film

Vertigo non è stato un successo fin da subito, per essere realmente apprezzato ci mise oltre vent’anni. Solo negli anni Ottanta, infatti, fu bollato come vero capolavoro. Nel 1982, entrò nella Top 10 dei migliori film mai realizzati secondo ‘Sight and Sound’ del British Film Institute e continuò a scalare la classifica, raggiungendo la prima posizione nel 2012. E la celebre rivista americana Variety lo ha recentemente messo al 32esimo posto nella lista dei 100 migliori film mai realizzati nella storia del cinema.