Venezia guarda a Oriente. Un carnevale speciale nel segno di Marco Polo

di Raffaella Parisi ’Ad Oriente il mirabolante viaggio di Marco Polo’ è il tema del carnevale veneziano che prosegue sino al...

Venezia guarda a Oriente. Un carnevale speciale nel segno di Marco Polo

Venezia guarda a Oriente. Un carnevale speciale nel segno di Marco Polo

di Raffaella Parisi

’Ad Oriente il mirabolante viaggio di Marco Polo’ è il tema del carnevale veneziano che prosegue sino al 13 febbraio per celebrare i 700 anni dalla morte di uno dei più grandi viaggiatori che viaggiò con il padre e lo zio paterno attraverso l’Asia lungo la via della Seta sino alla Cina, allora Catai. Marco Polo, ambasciatore per quasi 17 anni alla corte del Gran Khan Kulai, il più grande sovrano orientale dell’epoca, dotato di curiosità e dell’intraprendenza dei mercanti veneziani è partito verso luoghi sconosciuti affrontando pericoli e disavventure, rientrato nella sua città Natale nel 1295, ha raccontato le sue peripezie in modo minuzioso ed intrigante nell’opera letteraria Il Milione, enciclopedia geografica.

La sua avventura incarna lo spirito della città di Venezia, un modo di essere che ha contraddistinto tutta la sua storia, in un mix di commercio, affari, diplomazia e conoscenze scientifiche e geografiche. Tutta la città di Venezia è toccata da questo viaggio iniziato con il corteo acqueo di imbarcazioni tradizionali, capitanato dalla mitica ’Pantegana’ con barche addobbate e vogatori in costume che hanno percorso il Canal Grande. Protagonista quotidiano è il ’Carnival Street Show’, ovvero spettacoli diffusi non solo Venezia ma anche Mestre, le isole della laguna con teatrini posizionati nei campi e nelle vie, esibizioni di mimi, clown, attori, musicanti, trampolieri, maghi e affabulatori. Impegnati 200 artisti di compagnie del panorama internazionale dell’arte diffusa con oltre mille spettacoli.

Ci sono i tradizionali appuntamenti come le 12 ’Marie’ vestite con costumi storici con la proclamazione della vincitrice martedì grasso 13 febbraio in piazza San Marco e gli spettacoli in Arsenale iniziati ieri e fino al 13 febbraio quest’anno intitolati ’Terra incognita’ con uno show che riempie di magia lo specchio d’acqua della darsena grande all’Arsenale con un titolo che utilizza il termine cartografico per indicare le parti del globo mai esplorate, entrato in uso nella cartografia dal 1500.

Diverse ancora le sfilate dei carri allegorici mascherati: oggi a Lido, domani, domenica e il 13 a Burano, sempre domani a Marghera, domenica a Campalto, lunedì a Mestre e martedì a Zelarino. Alla Corte del gran Khan con il dinner Show & Ball ufficiale del Carnevale a Ca’ Vendramin Calergi della stilista Antonia Sautter fino al 13 febbraio.

Grazie a un’iniziativa dell’Associazione per la promozione della cultura e del turismo Italia-Cina si festeggia il Capodanno Cinese all’interno del Carnevale. L’evento clou della ’Magia del Capodanno cinese’ ci sarà proprio stasera quando partirà la parata per le vie pedonali di Mestre, i mitici animali procederanno affiancati da bambini n abiti tradizionali con lanterne alla mano per celebrare, un countdown verso la mezzanotte cinese (ore 17 locali). Info su www.carnevale.venezia.it

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro