Le uscite musicali di venerdì 26 gennaio: dagli Smile di Thom Yorke al disco ritrovato di Ivan Graziani

Nuovi album e singoli sono disponibili da domani in tutti gli store

I Cor Veleno con Mostro
I Cor Veleno con Mostro

La fine del mese di gennaio regala agli ascoltatori diverse chicche da ascoltare. Tra le varie uscite discografiche di questo venerdì si segnala il secondo album degli Smile, progetto parallelo di Thom Yorke dei Radiohead, e soprattutto un album di inediti ritrovati del mai dimenticato Ivan Graziani. Nuovi brani anche per Cor Veleno, Any Other, Tom Odell e Kula Shaker. Si intitola Wall of eyes il nuovo disco degli Smile. Il progetto di Thom Yorke, Johnny Greenwood e Tom Skinner ricalca le fortunate sonorità del disco precedente, sperimentando ulteriormente con nuove strumentazioni. In attesa di un ritorno dei Radiohead, che si dice essere previsto per il prossimo anno, la band si esibirà a Roma il 23 giugno, per promuovere il disco all’Auditorium parco della musica. Otto canzoni ritrovate compongono Per gli amici, il nuovo disco di inediti di Ivan Graziani. Un ritorno insperato quello del chitarrista umbro, ancora oggi considerato uno dei più grandi chitarristi e cantautori della musica italiana. I brani sono stati recuperati e prodotti dal figlio Filippo Graziani, mentre la distribuzione è affidata alla storica etichetta Numero uno. Tra i pezzi anche La canzone dei Marinai, da cui è tratto il duetto virtuale con Colapesce e Dimartino. Scomparso per un tumore nel 1997, l’ultimo disco pubblicato in vita da Graziani è Malelingue del 1994. Spazio anche per l’hip hop vecchia scuola con i Cor Veleno, che pubblicano il singolo La novità, in cui collaborano con il giovane rapper Mostro. Il brano si muove su sonorità dell’hip hop più tradizionale, con rime taglienti e urgenti che raccontano della feroce ipocrisia che pervade oggi ogni aspetto della società, dalle relazioni al lavoro, dalla musica alla cronaca. Black Friday è, invece, il nuovo disco del cantautore inglese Tom Odell, anticipato nelle scorse settimane dal singolo Somebody else. L’album segna un cambiamento nello stile del cantante, che ha deciso di curare in prima persona la produzione dei brani. Odell è uno degli artisti più ascoltati al mondo, con oltre 4 miliardi di stream sulle varie piattaforme. Any Other, nome d’arte della cantautrice Adele Altro, torna in pista con l’album Stilness, stop: you have a right to remember. Pubblicato dall’etichetta 42 Records, il disco unisce le classiche sonorità cantutoriali e alternative dell’artista con alcuni elementi della musica rock, come nel singolo If I don’t care. Di ritorno anche il gruppo britannico Kula Shaker con il disco Natural Magick. Il leader del gruppo Crispian Mills ha definito l’album simile al disco d’esordio K. I brani del nuovo progetto, infatti, sono brevi, diretti e orecchiabili. Attesa anche per il ritorno del cantautore britannico James Arthur. Dopo tre anni di silenzio l’artista pubblica l’album Bitter sweet love, scritto in collaborazione con il produttore Steve Salomon, con cui nel 2016 aveva composto la hit Say you won’t let go. L’album contiene ben sedici inediti.

Nuovo disco anche per i Future Islands, intitolato People who are not there anymore. Il titolo del settimo album in studio per la band americana è ispirato a un quadro dell’artista Beedallo, che ha realizzato anche la copertina. People Who Aren’t There Anymore è stato anticipato nelle scorse settimane dai due singoli The Fight e The Tower. A chiudere questo filone di pubblicazioni discografiche, il nuovo album di Frank Carter and the Rattlesnakes, Dark rainbow. L’album è stato anticipato dal singolo Self love, che prosegue sulle coordinate punk rock del gruppo inglese.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro