Giovedì 18 Aprile 2024

Tutti “Ballerini“ nel nome di Dalla. È la notte dei (giovani) miracoli

A Bologna i premi ai talenti più liberi e innovativi: Pes, Calcutta, Dardust, Pinguini, Brunori Sas, Madame

Tutti “Ballerini“ nel nome di Dalla. È la notte dei (giovani) miracoli

Tutti “Ballerini“ nel nome di Dalla. È la notte dei (giovani) miracoli

"Ciao! - scandisce a chiare lettere Nina Zilli -: siamo qui per Lucio proprio nel giorno del suo compleanno. Ma non siamo alla ricerca del nuovo Dalla, siamo alla ricerca della sua unicità. E allora ‘Balla, balla, ballerino’". Luci spente, su il sipario: in scena ci sono i musicisti più innovativi e i giovani talenti del domani. La seconda edizione di ‘Ciao–Rassegna Lucio Dalla’ porta sul palco del Teatro Celebrazioni di Bologna gli artisti capaci di mostrare la propria vocazione senza piegarsi alle logiche di mercato, di distinguersi dalla massa. Capaci, insomma, di raccogliere quell’eredità artistica e quella vocazione poetica del grande cantautore bolognese, di cui proprio ieri ricorreva l’ottantunesimo anniversario dalla nascita.

La serata inizia e il palco è un incanto: una composizione di architetture e colori ricorda al pubblico la magia dei portici. La conduttrice Nina Zilli accompagna per mano il pubblico in un viaggio nell’arte. Una rassegna che vuole diventare un nuovo punto di riferimento nazionale, proprio grazie ai premi ‘Ballerini Dalla’. A cominciare da Daniela Pes, con l’atmosfera incredibile portata dalla musica popolare della Gallura mescolata a note elettroniche, e Calcutta, il ’re dei fuorisede bolognese’, premiati per la categoria ‘Artista’. E ancora: i Pinguini Tattici Nucleari, premio alla ‘Carriera’ e di quello Nuovo Imaie; Dardust, per la categoria ‘Producer/Talent scout’ ("Se dovessi dire cosa significa Lucio Dalla per me, potrei andare avanti ore", dice); Brunori Sas con la sua ‘La vita com’è’ per la sezione ‘Colonna sonora’. Ma anche Madame, che con il successo ‘Il bene nel male’ e il Ballerino legato alla miglior ‘Canzone’ (e il premio di Siae): emozionante la cover dell’intramontabile ‘Cara’. Una festa della musica, ma non solo.

Perché Lucio Dalla è cultura, e così la rassegna ideata da Pressing Line e iCompany e promossa da Fondazione Lucio Dalla in collaborazione con Banca di Bologna e QN-Quotidiano Nazionale come media partner, premia anche il film-evento ‘DallAmeriCaruso. Il concerto perduto’, Walter Veltroni. "Lucio era fantasioso, spiritoso, geniale, tutte cose che oggi sembrano desuete" racconta Veltroni.

Sul maxi schermo scorrono le immagini rarissime di quel famoso evento a New York andato perduto, e poi ritrovato quasi per caso. Poi il Premio Banca di Bologna al video artista Yuri Ancarani e il Premio QN-il Resto del Carlino, consegnato dal vicedirettore del Carlino Valerio Baroncini allo scrittore Enrico Brizzi. La serata scorre tra un tributo a Dalla e nuove proposte musicali. Come quelle portate da Giglio e See Maw, premiati per ‘Ciao contest. La musica di domani’ rispettivamente come ‘Artista’ e ‘Produttore’. A decretare i vincitori dei Ballerini e dei nuovi talenti, la giuria composta da Massimo Bonelli (direttore artistico della rassegna), Antonio Filippelli, Carlo Pastore, Marco Missiroli, Nina Selvini, Silvia Danielli e Valerio Baroncini. "Vogliamo che i Ballerini Dalla siano sempre più un premio ambito dagli artisti che si mettono in gioco", puntualizza Bonelli. "Lucio è qui, in mezzo a noi - aggiunge Daniele Caracchi di Pressing Line -. Voi non lo vedete, ma c’è". Il 6 aprile lo spettacolo sarà trasmesso in seconda serata su Rai Uno e, in simulcast, anche su Rai Radio Due.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro