Tolkien, l’autore del sequel perde la causa

Gli eredi di J.R.R. Tolkien e Amazon hanno vinto una causa sulla proprietà dei diritti d’autore del franchise Il Signore...

Tolkien, l’autore del sequel perde la causa

Tolkien, l’autore del sequel perde la causa

Gli eredi di J.R.R. Tolkien e Amazon hanno vinto una causa sulla proprietà dei diritti d’autore del franchise Il Signore degli Anelli. L’azione legale era stata presentata dallo scrittoree di fan-fiction Demetrius Polychron, autore di un romanzo intitolato The Fellowship of the King (il primo di sette con il secondo, The Two Trees, già in distribuzione) che avrebbe dovuto a suo dire essere un sequel della trilogia creata dallo scrittore britannico. Lo scrittore aveva quindi fatto causa ad Amazon e gali eredi Tolkien affermando che la serie in streaming Il Signore degli Anelli - Gli anelli del potere (foto sotto) aveva attinto dal suo lavoro violandone il copyright, chiedendo 250 milioni di dollari di risarcimento.

Un giudice in California gli ha dato torto. Il verdetto è di agosto ma solo ieri Variety ne ha dato la notizia. Tutte le copie, fisiche e digitali, di The Fellowship of the King, dovranno essere distrutte in quanto sequel non autorizzato. Non solo: Polychron è stato condannato a pagare oltre 130mila dollari in spese legali sostenute dalla controparte. "Era una causa irragionevole e infondata fin dall’inizio", ha stabilito il giudice Steven Wilson notando la "fantasticheria" delle pretese dell’autore i cui personaggi erano in realtà basati su quelli del Signore degli Anelli.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro