Lunedì 22 Aprile 2024

Porte interne in casa, la guida definitiva per scegliere le migliori soluzioni

Colori, meccanismi di apertura e materiali sono alcuni delle principali caratteristiche da considerare oltre a dettagli come le cerniere e le serrature

Porte interne per la casa

Porte interne per la casa

Sul fronte dell’arredamento domestico anche le porte interne di un’abitazione hanno assunto una forte componente di design. Naturalmente il loro scopo primario resta legato alla loro resistenza e alla loro funzionalità, ma sempre di più l’occhio vuole la sua parte pure per questo elemento, oggi disponibile in diverse soluzioni in base a diversi parametri. Si tratta di aspetti da considerare in fase di scelta e ancor più di acquisto a fronte del budget a disposizione.

Materiali

- Il legno grezzo presenta costi convenienti e lo si può personalizzare facilmente, con apposite vernici. - Il legno massello è perfetto per le porte da interni dall’aspetto naturale, che tendono a trattenere il calore e a garantire comfort e tranquillità. - Il microtek può essere tenuto in considerazione se si vuole spendere non eccessivamente e se si cerca comunque un effetto abbastanza naturale. - Il laminato è una soluzione contemporanea e pratica: riproduce l’effetto legno, resiste a graffi e urti di piccola entità e si pulisce facilmente.

Finiture

- Il laminato spazzolato, resistente, riproduce le venature del legno e dà un’immagine naturale e realistica. - La laccatura dà un tocco di lusso e prestigio. - Il vetro e gli inserti in questo materiale aggiungono luminosità e rendono gli ambienti più ariosi e dinamici, ideali per i contesti ciechi senza finestre o comunque dove batte poca luce.

Colore

Il bianco è un classico senza tempo che si può abbinare davvero a qualsiasi pavimento e a qualunque parete e tende a illuminare le stanze. Sono strategiche anche per la luce le cosiddette essenze legno sui toni chiari come il pino, il rovere sbiancato, il larice, la betulla o le finiture laccate chiare. I toni medi come quelli del rovere senza sbiancature, del noce e del ciliegio sono più caldi. Quelli scuri del tabacco e del grigio fumo possono essere accostate a pavimenti e mobili chiari per creare un contrasto elegante e armonioso.

I colori più vivaci come il rosso, il verde, l’azzurro e l’arancione danno una sferzata di energia. Se si prediligono note più raffinate si può optare per tortora, crema, sabbia, fango. Come accennato prima, se si scelgono porte in legno grezzo si possono dipingere a proprio piacimento, scegliendo le nuance cromatiche che si desiderano e decidendo che tipo di finitura si vuole ottenere (brillante, opaca o satinata).

Modalità di apertura

Le porte interne devono adattarsi allo spazio a disposizione ed essere funzionali, quindi bisogna necessariamente tenere conto dell’ingombro in apertura che presentano.

- Le porte a battente, tra le più comuni, sono semplici e pratiche da utilizzare. - Le porte a battente filomuro si fondono totalmente con la parete in cui vengono installate, dunque possono essere dipinte dello stesso colore del muro o rivestite con carta da parati per un tocco di originalità e creatività. - La porta scorrevole esterno muro consente di ottimizzare lo spazio scorrendo in parallelo al muro su binari e senza lavori di muratura. - La porta scorrevole a scomparsa è indicata soprattutto se si ha la necessità di ottimizzare lo spazio, soprattutto in vani di piccole dimensioni, ma occorre fare attenzione: nella parete in cui la si vuole installare non devono esserci canne fumarie o pilastri. - La porta pieghevole a libro presenta un’anta suddivisa in due sezioni mobili che scorrono e si aprono tramite il caratteristico meccanismo a soffietto. Anche questa soluzione permette di guadagnare spazio circostante.

Altri elementi

Colore, spazio a disposizione e quindi tipo di apertura e materiali sono alcuni degli aspetti fondamentali da considerare nella scelta delle porte interne. Vanno però anche valutati anche altri elementi: - telaio (che sostiene le ante e deve essere resistente e di qualità); - ante (lisce, a pannello, a doghe o a listelli, a libro, a battente, a vetro e altre ancora); - cerniere (che possono essere disponibili nel genere anuba, pivot o invisibile); - serrature (meccaniche o magnetiche).

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro