Giovedì 23 Maggio 2024

Cera per i capelli, come sceglierla e come usarla

Come scegliere il prodotto più adatto e qual è il miglior modo per applicarla: le tipologie e le differenze.

Come scegliere la cera per capelli

Come scegliere la cera per capelli

Per avere sempre un look perfetto è necessario curare nei minimi dettagli anche i propri capelli che, specie negli ultimi anni, possono contare su un fedele alleato, la cera per capelli. Si tratta infatti di un prodotto che ciclicamente torna di moda, riuscendo di fatto a garantire che le chiome di uomini e donne possano arrivare a ottenere il risultato sperato grazie alla sua applicazione. Fondamentale, tuttavia, è scegliere la cera per capelli più adatta alla proprie esigenze e, soprattutto, riuscire a usarla nella maniera corretta.  

Cera per capelli, come sceglierla

La cera per i capelli è un prodotto per lo styling che ha il principale obiettivo di modellare le pettinature di chi la usa, senza produrre un effetto secco e rigido, tipico invece dei normali gel per capelli. Ha, dunque, una consistenza pastosa molto densa che non produce il cosiddetto effetto cartone degli altri prodotti per capelli, ma che allo stesso tempo, se usata in maniera sbagliata, può rendere ai capelli un effetto molto grasso e obbligare chi l’ha utilizzata allo shampoo. Ci sono moltissime tipologie di cera per capelli, ognuna dedicata a specifici obiettivi e pettinature, siano esse relative agli uomini o alle donne, ai capelli corti o di lunghezza maggiore, ricci o lisci. Per ottenere l’effetto modellato sperato, dunque, è necessario saper scegliere la cera per capelli più adatta alle proprie esigenze e le soluzioni non mancano:

- la cera capelli lucidi, definita anche glossy, la quale è ideale per chi intende dare alla propria pettinatura un aspetto decisamente glamour. Si tratta di un prodotto perfetto per le onde e gli hairstyle più complessi; - l’immancabile cera a effetto bagnato, che crea pettinature smaglianti, lisce e lucide in pieno stile anni ‘90; - la cera per capelli opaca, che garantisce dei look classici da poter adottare tutti i giorni con grande naturalezza; - la cera per capelli colorata che, oltre alla definizione della forma della propria chioma, aggiunge un tocco di estro garantendo una colorazione temporanea dei capelli.

E ancora, le cere per capelli oltre che per l’effetto dato, possono essere distinte anche per la loro consistenza. Più nello specifico, la cera per capelli può essere:

- in crema, decisamente la più comune e professionale, con una soluzione morbida e pastosa che viene applicata sui capelli con le dita dopo che la stessa è stata scaldata; - in polvere, utilizzata molto soprattutto dagli uomini, che produce un effetto volumizzante e texturizzante che conferisce corpo alla chioma; - stick, molto utile soprattutto per i capelli spezzati, corti e i baby hair. Si tratta di un prodotto molto versatile - alcuni lo usano anche per sopracciglia e baffi - che ha dalla sua il vantaggio di poter essere facilmente trasportato e applicato ovunque; - spray con la cera che, come avviene nel caso di una comune lacca, viene spruzzata sulla chioma per garantire diversi gradi di tenuta.  

Come si utilizza la cera per capelli

Come detto in precedenza, la cera per capelli rispetto al gel offre una maggiore versatilità e delicatezza alla pettinatura, con il risultato finale che sarà decisamente più naturale e brillante. Per ottenere questo obiettivo, tuttavia, è necessario utilizzare il prodotto nella maniera corretta, evitando che una cattiva applicazione possa rovinare lo styling finale. In linea di massima è possibile dire che la cera, specie nella sua soluzione più pastosa, deve essere applicata su capelli completamente asciutti, dunque non umidi o bagnati. Nel caso delle paste è richiesto a chi pettina i capelli con la cera di scaldarla tra le mani o con il phon prima di applicarla, così da rendere la pasta fredda decisamente più malleabile.

Fondamentale è anche la quantità di prodotto che viene utilizzato, in quanto un eccesso dello stesso conduce alla creazione di accumuli in alcune aree, producendo un effetto fortemente antiestetico. Dopo aver preso la giusta quantità di cera e averla riscaldata, si può procedere con la sua applicazione, che non deve mai interessare solo un’unica zona, ma essere uniforme su tutta la testa. Ponendo un secondo il focus sulle quantità da applicare, è evidente che ogni chioma necessiti di una dose differente, che varia anche in relazione all’effetto sperato. Di norma si può dire che capelli molto sottili e fini possono appesantirsi con un eccessivo quantitativo di cera, andando così a creare un effetto decisamente antiestetico.

Per quel che riguarda, invece, i movimenti da svolgere quando si applica la cera per capelli, va detto che è necessario lavorare soprattutto sulle punte, conferendo a ogni ciocca il movimento e la direzione desiderata. Fatte queste necessarie precisazioni, è possibile stilare una serie di consigli universali per usare la cera per capelli nella maniera più corretta:

- la cera professionale deve essere usata in quantità modiche e scaldata tra le mani o con il phon prima di essere utilizzata, così da renderla morbida e facile da distribuire; - per evitare accumuli va scelta la giusta quantità di prodotto che deve essere applicato su una chioma asciutta, soprattutto in presenza di prodotti in polvere, pasta o stick; - la maggior parte delle cere deve essere applicata sulle lunghezze per non appesantire la cute, mentre quella in polvere deve essere utilizzata in corrispondenza delle radici, evitando però di toccare il cuoio capelluto; - l’applicazione deve interessare le punte, soprattutto se il prodotto utilizzato è opaco o lucido; - per ravvivare una pettinatura già effettuata con una cera opaca, lucida o colorata è sufficiente scaldare la chioma con il phon, senza dover applicare nuovo prodotto, e rimodellare la pettinatura.  

Come togliere la cera per capelli

Così come è molto importante applicare la cera per capelli nel modo corretto, lo è anche la fase di pulizia e rimozione del prodotto. Per togliere la cera per capelli nella maniera più giusta è necessario anzitutto conoscere il tipo di prodotto che si è applicato.

La maggior parte delle cere per capelli sono idrosolubili e, dunque, si sciolgono subito a contatto con l’acqua, mentre in caso di cere non idrosolubili è necessario alla rimozione una spazzola per capelli con setole morbide. In quest’ultimo scenario la procedura corretta prevede che le lunghezze vengano tenute ferme con una mano, mentre con l’altra si provvede a spazzolare la chioma dal basso verso l’alto. In tutte le situazioni descritte, tuttavia, il consiglio più grande è quello di rimuovere sempre la cera per capelli prima di andare a dormire.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro