La ramanzina di Teresa Mannino: “Oggi si rincorre il potere sugli altri”

Il monologo della co-conduttrice della terza serata del festival di Sanremo è uno ‘spiegone’ sulla presunzione, sulla megalomania “dell’animale umano”

74th Sanremo Music Festival
74th Sanremo Music Festival

Tornano i monologhi sul palco dell'Ariston e questa volta tocca a Teresa Mannino : la finta superiorità dell'uomo, la perfezione della natura, il potere. “Siamo nel 2024 – così l'attrice all'inizio del suo intervento – ma ragioniamo come 2524 anni fa. Il filosofo greco Protagora diceva che l'uomo è misura di tutte le cose, e per noi l'uomo ricco, bianco e occidentale è misura di tutte le cose, solo che l'ha persa.

Pensa che tutto il resto del mondo sia a sua disposizione e quello che non serve viene eliminato. E le donne? Che fanno? Eppure sono indaffarate. Parliamo allora di essere umano, ancora meglio di animale umano. Il 60% del nostro patrimonio genetico è uguale alle banane, per quello si dice 'mi sono sbucciata le ginocchia', con le scimmie è uguale al 98%, solo che l'informazione non è molto diffusa, gli scimpanzé ci tengono a non farlo sapere. Ci sentiamo superiori perché parliamo, in realtà gli animali e le piante lo fanno in altro modo. I babbuini, per esempio, si salutano strizzandosi il pene".

74th Sanremo Music Festival
74th Sanremo Music Festival

Risata e rimprovera

La comica siciliana, stasera in total look Roberto Cavalli, inizia bene e fa divertire. Il suo discorso, ricco di metafore, da un lato affronta temi importanti, dall'altro riesce sempre a farci ridere. Perché Teresa Mannino ha una comicità intelligente e mai fuori scontata.

Il monologo continua poi con l'elogio delle formiche tagliafoglia, che hanno creato un perfetto sistema agricolo in cui i maschi servono solo a procreare, "non gli fanno neanche buttare la spazzatura, l'unico compito è fornire gli spermatozoi, che stanno nella spermateca della regina, me la devo fare pure io la spermateca... il loro compito è il volo nuziale, si accoppiano e dopo muoiono perché non servono più. Ma quanto sono avanti! Non hanno problemi a gestire gli ex ei maschi felici perché la loro vita è un'unica grande scopata”.

74th Sanremo Music Festival
74th Sanremo Music Festival

Mannino sottolinea poi che nella società delle formiche tagliafoglia c'è una regina madre e le sue figlie, i maschi sono solo una piccola minoranza. Poi l'intervento, che in alcuni punti ha avuto forse il difetto di perdersi un po', entra nel vivo nel finale. Teresa Mannino tira le fila del discorso e va dritta al punto parlando di potere.

A differenza delle formiche tagliafoglia "gli animali umani preferiscono il potere sugli altri uomini, sulle donne, sui bambini, sulla natura. Anche a me piace il potere, ma il potere di, che ha un'altra energia, il potere di ridere e far ridere, di vestirmi con le piume, di cantare stonata, di ballare per strada. Non sono disposta a ignorare le storie non ancora passate, se non è passato non è il momento di passare oltre”.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro