Sanremo 2024, le pagelle dei look. Promossi e bocciati. Mahmood un crescendo di seduzione

Domina il nero. Splendido Ghali vestito da extraterrestre luminoso, Bertè fuori dai soliti cliché rockettari è da 10

Sanremo, 11 febbraio 2024 – Black, super Black. È stato questo il colore dominante di questo Sanremo 2024, un colore simbolo di potere e di intimità, puro ed essenziale, che è stato scelto dalla gran parte dei cantanti, dai Negramaro ad Alessandra Ambrosio, da Mahamood al Volo. E poi il bianco e qualche colore, pochissimo, smoking di Ama a parte. Poi tocchi di argento. E vi così per tutte queste sere. Rosso scarlatto per BigMama e rosso e nero per Dargen D’Amico vestito come una roulette. Splendido Ghali vestito da extraterrestre luminoso. Illuminato anche Fiorello, sempre mattatore anche di look.

Loredana Berté: voto 10

Tutta di piume vestita, lei sì regina del nero assoluto, e sempre corto-corto a 73 anni portati alla grande. Pierpaolo Piccioli per Valentino stasera l’ha circondata di piume, anche intorno agli occhiali. Una provocazione dolce, leggera e leggiadra, una nuova Loredana uscita dai soliti cliché rocchettari che pure l’hanno fatta grande artista, camaleontica anche con questa esperienza di autentica Couture.

74th Sanremo Music Festival
74th Sanremo Music Festival

BigMama: voto 5

Vestito ad effetto rosso scarlatto, da ballo, se non fosse che per la gonna da cortigiana sia rimasto solo lo scheletro. Poi il bustier perfetto sulle carni candide di questa cantante di protesta e di impegno. Come sempre l’ha vestita il visionario Lorenzo Seghezzi. Ma i bustier nude look delle prime sere, complici di grandi forme e siringature, sono stati decisamente più belli e provocanti.

74th Sanremo Music Festival
74th Sanremo Music Festival

Fiorello: voto 9

Fantasioso fantasista, sempre, e interprete perfetto dello stile di Giorgio Armani che per Fiore ha disegnato un completo che mixa rigore ed eccentricità con quei pantaloni e quel gilet brillanti come un cielo stellato. Un artista che non si scimmiotta e che fa diventare tutto inedito e speciale.

74th Sanremo Music Festival
74th Sanremo Music Festival

Mahmood: voto 8 e mezzo

Un crescendo di seduzione, un punto in più ogni sera sul palco. Supersexy Alessandro, con tuta dorata Valentino e giacca dritta di pelle, un po’ senza forme, anche questa di Valentino.

74th Sanremo Music Festival
74th Sanremo Music Festival

Angelina Mango: voto 6 +

A 22 anni ci si può permettere tutto anche l’abito sottoveste vedo-non vedo sopra al body di fantasia preziosa (tutto di Etro). D’effetto sì, ma non contemporanea.

74th Sanremo Music Festival
74th Sanremo Music Festival

Ghali: voto 7 e mezzo

Sempre “collegato” coi pensieri e le parole con la mamma ecco Ghali ancora una volta interprete di una moda speciale, d’avanguardia, firmata da Francesco Risso per Marni. Spalloni spaziali, poesia e allure.

74th Sanremo Music Festival
74th Sanremo Music Festival

Annalisa: voto 4 e mezzo

Bella, non c’è dubbio, ma con poca classe. E i vestiti di queste serate non l’aiutano a migliorare. Tanto meno questa ultima mise disegnata da Dolce e Gabbana per lei. Oltre alle giarrettiere anche due oblò sulle cosce, così per chiarezza. Una immagine di massimalismo anni Novanta che oggi è superflua.

74th Sanremo Music Festival
74th Sanremo Music Festival

La Sad: voto 8

Si fanno guardare, non ci sono dubbi al loro essere ragazzi a tutto punk. Per l’ultima sera in bluette, fuxia e verde coi giubbotti tutti aculei, i tatuaggi che escono dai petti nudi e le bardature anti sessiste. Bravi e non ridicoli.

74th Sanremo Music Festival
74th Sanremo Music Festival

I Ricchi e Poveri: voto 4

Travestimento inutile. Peccato. Continue Gag vestimentarie, inutili. Come questo tutto rosso di Angelo e Angela, lui con la giacca alla Mao, lei con la stola a forma di mano.

74th Sanremo Music Festival
74th Sanremo Music Festival
è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro