Sabato 22 Giugno 2024

Cinque romanzi da leggere assolutamente a gennaio

Le nuove uscite in libreria da non perdere

Letture di gennaio

Letture di gennaio

L’esordio di una scrittrice già nota alla rete, la rilettura di un classico, un giallo d’autore e più di un’opera che indaga sul complesso rapporto tra genitori e figli. Ecco quali sono i cinque romanzi in uscita a gennaio 2023 da non perdere.

1. Liberi come la neve – Rita Nardi (Garzanti) Il romanzo d’esordio di Rita Nardi esce ufficialmente il 24 gennaio 2023. La giovanissima autrice, già conosciuta grazie al passaparola sul web, porta in libreria la storia di Nive – un’orfana che cambia spesso Paese di residenza – e Hurst, un giovane canadese appartenente alla tribù dei Navajo. I due ragazzi si incontrano quando Nive arriva in Canada e, anche se apparentemente sono troppo diversi, riescono ad avvicinarsi e ad abbandonarsi alla dolcezza del loro amore, nonostante le ferite del passato. Una tenera love story che riesce a scaldare i cuori, anche nel mezzo dell’inverno.

2. Codice 612. Chi ha ucciso il piccolo principe? – Michel Bussi (Edizioni e/o) Andie è un giovane detective, Neven un ex aviatore. Le loro strade si incrociano quando un eccentrico miliardario chiede ad entrambi di scoprire qual è l’enigma celato nel finale de ‘Il Piccolo principe’. Il protagonista è morto oppure l’autore ha cercato di lasciare un messaggio segreto? I due dovranno affrontare una vera indagine collaborando con il Club 612, un’associazione segreta che raggruppa tutti i maggiori conoscitori del romanzo di Antoine de Saint-Exupery. Un giallo che permette di ri-esaminare uno dei libri più conosciuti di tutti i tempi.

3. Elena lo sa – Claudia Pineiro (Feltrinelli) Sul campanile della Chiesa di una piccola città, viene ritrovato il corpo senza vita di Rita. La donna è stata quasi certamente uccisa, ma le indagini sul caso vengono chiuse velocemente. L’unica intenzionata a cercare la verità è Elena, la madre della defunta. La donna non si arrende e continua a indagare, nonostante sia malata di Parkinson e spesso, quindi, impossibilitata a gestire anche gli spostamenti più semplici. Un giallo avvincente, ma dai tratti commoventi, che desidera far luce sulle tante ipocrisie della società.

4. I miei giorni alla libreria della felicità – Cali Keys (Newton Compton Editori) Lucie è una giovane donna che vive a Parigi, lavora come educatrice e sogna un giorno di poter pubblicare il suo romanzo. Quando la sua famiglia viene colpita da una tragedia, la ragazza decide di trasferirsi a Saint-Malo e di trasformare la vecchia casa dei nonni in una libreria con caffetteria. È qui che incontra Vivienne, Leonard e Camille che – come lei – stanno attraversando periodi difficili. I quattro diventeranno amici, lasciandosi ammaliare dal fascino dei libri. Un romanzo che si concentra sul potere terapeutico della lettura.

5. Fame d’aria – Daniele Mencarelli (Mondadori) Pietro e Jacopo sono padre e figlio. Il loro rapporto non è semplice: Jacopo vive infatti una condizione di forte disagio e disabilità e Pietro, che convive con lui ogni giorno, è un uomo disilluso e rabbioso verso il mondo. Un giorno, mentre i due sono in viaggio, l’auto decide di abbandonarli. Pietro e Jacopo sono costretti a fare una sosta a Sant’Anna del Sannio, un piccolo borgo di provincia in cui il tempo sembra essersi fermato. Qui incontreranno Agata, Gaia e Oliviero, tre persone che li faranno sentire come a casa e spingeranno Pietro verso una nuova fiducia nei confronti dell’umanità. Un libro crudo, senza filtri e tremendamente emozionante.