Mercoledì 22 Maggio 2024

"Reciterei il ruolo di un malato":. J. Fox non esclude il ritorno

Michael J. Fox considererebbe un ritorno alla recitazione se offerto un ruolo che rifletta la realtà della sua malattia di Parkinson. Dopo il ritiro nel 2020, l'attore ha dichiarato che reciterebbe solo se potesse incorporare le sue sfide personali.

Michael J. Fox prenderebbe in considerazione un ritorno alla recitazione se gli fosse offerto un ruolo giusto che incorpori la ‘’realtà’’ della sua malattia. La star di Ritorno al futuro ha annunciato il suo ritiro dallo schermo nel 2020, spiegando apertamente come la malattia di Parkinson abbia influenzato la sua memoria e reso difficile ricordare i dialoghi. Tuttavia, in una recente intervista a Entertainment Tonight l’attore 62enne ha detto che prenderebbe in considerazione l’idea di recitare di nuovo, a determinate condizioni: "Reciterei se saltasse fuori un ruolo in cui potrei mettere dentro la mia realtà, le mie sfide e se potessi capirlo". All’attivista ed ex attore di Hollywood è stato diagnosticato il morbo di Parkinson in giovane età, un anno dopo l’uscita di Ritorno al futuro - Parte III nel 1990.

A 29 anni il primo tremore al mignolo, poi la progressiva condizione neurologica che ha gravemente compromesso la sua mobilità. Durante l’intervista Fox ha dichiarato che il suo obiettivo più grande era "mettere su famiglia" con sua moglie Tracy Pollan. "Abbiamo quattro figli meravigliosi e questa è stata la cosa più importante", ha detto Fox riferendosi a Pollan, che ha sposato nel 1988.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro