Venerdì 21 Giugno 2024
PATRIZIA TOSSI
Magazine

Pio e Amedeo tornano in tv con Felicissima Sera: puntate e ospiti

Il duo comico: "Inclusività? Sarà la chiave del nostro show".

Pio e Amedeo

Pio e Amedeo

Torna in tv Felicissima Sera, il varietà creato da Pio e Amedeo. Il duo foggiano ci riprova: dopo le polemiche sul ‘politicamente scorretto’ delle loro battute al fulmicotone – spesso risultate molto scomode sul fronte dei diritti civili e dei temi sensibili – ci riprovano. Venerdì 24 marzo, dopo due anni di stop, torna in prima serata su Canale 5 ‘Feliccisima Sera – All Inclusive’ (alle 21.20). Se il buongiorno si vede dal mattino, quella formula ‘all inclusive’ non preannuncia ‘nulla di serio’. “Scherzeremo un po’ su questa mania del rappresentare tutti. Che poi, non basterebbe dire che siamo tutti meravigliosamente diversi?”, hanno anticipato Pio e Amedeo in un’intervista. “Sono rimasti in pochi ormai a non essersi offesi – hanno detto in un’intervista al Corriere – ma va bene così: ci hanno servito sul piatto questo concetto di inclusività, quindi la chiave del nostro show sarà la ricerca dell’inclusività a tutti i costi. La cercheremo in ogni cosa, in ogni ospite, in ogni discorso. Si arrabbierà chi non ci capisce o chi pensa che siamo stati troppo credibili”. Pio e Amedeo sono apparsi al Serale di Amici con uno sketch talmente sarcastico da strappare perfino una parolaccia in trasmissione a Maria De Filippi.

Prima puntata: ospiti

La nuova edizione del programma sarà una corsa a ostacoli, come un elefante in una cristalleria (si fa per dire) cercheranno di evitare tasti dolenti. Già dal titolo ‘All Inclusive’ si ci aspettano sorprese: loro, geniali come sempre, prenderanno in giro l'incisività mostrando che i pregiudizi sono sempre dietro l’angolo. Vedremo quel che non ci si aspetta. L’inclusione? È Gigi D’Alessio. “Includerlo significa farlo accettare da un pubblico che lo snobba da sempre, da quei giornali glamour che lo ignorano. Lo trasformeremo in un radical chic, dal nome al vestiario, alle canzoni”, hanno detto Pio e Amedeo al Corriere. Michelle Hunziker sotto torchio con ‘L’intervista che fa’: “è diventata nonna, una nonna atipica, pensate al confronto rispetto alle nostre nonne”, ricorda il duo comico. E poi Silvia Toffanin, “lei si fa i fatti di tutti ma nessuno si fa i fatti suoi”. Pio E Amedeo non avranno peli sulla lingua: “Le chiederemo qualunque cosa: la sua intimità, quello che succede a casa, le cene di Natale con il suocero, la tombola. Ad esempio, quanto costa una cartella della tombola a casa loro? Quante azioni bisogna scambiare per acquistarne una?”, preannunciano con la loro solita tagliente ironia. Oltre a Silvia Toffanin, Michelle Hunziker, e Gigi D’Alessio, nella prima prima del programma ci saranno anche Elisa, Giovanna Civitillo e Zucchero. “Vogliamo fare concorrenza a Sanremo!”, scherzano.

“Il politically correct ha rotto”. Le polemiche

La bufera ha travolto Pio e Amedeo nel 2021 quando, durante l’ultima serata della prima edizione di Felicissima Sera, hanno creato scandalo con il loro lungo monologo contro il ‘politically correct’, Venti minuti di fuoco a suon di battute su gay e omofobia, razzismo, violenza sulle donne e diritti Lgbt. Immediata la reazione delle comunità nate intorno ai diritti delle persone, ad attaccarle il duo foggiano anche il presidente della Comunità ebraica, Ruth Dureghello, Vladimir Luxuria e Alessandro Cecchi Paone e l’attivista Lgbt Fabrizio Marrazzo.

Il segreto del loro successo

Al secolo Pio D'Antini e Amedeo Grieco, il duo comico foggiano è nato da giovanissimi, fin da quand’erano in sala parto. Il loro “secondo incontro”, come dicono scherzando, fu al quartiere Cep di Foggia quando avevano 11 anni. Ma la loro prima volta insieme fu nell’agosto 1983 nel reparto maternità dell’ospedale di Foggia dove le loro mamme si sono ‘scontrate’ dopo aver partorito quelli che, anni dopo, sarebbero diventato i comici irriverenti Pio e Amedeo. Il segreto del loro successo? La loro amicizia trentennale e il contatto con la gente comune, che non hanno mai perso.

Programmi e riconoscimenti

Dopo una lunga gavetta, nel 2011 arriva il grande salto: dopo un provino in Rai, il duo viene scritturato per i programmi ‘Stiamo tutti bene’ e ‘Base Luna’ su Rai 2. L’anno successivo passano a Mediaset come inviati de ‘Le Iene’ con la rubrica satirica ‘Chiunque Può’. Il 2013 li vede nuovamente protagonisti delle Iene con la rubrica comica ‘Ultras dei Vip’, nella quale guidano un gruppo di loro amici nel cantare cori simili a quelli da stadio, ma rivisti in chiave comica nei confronti di personalità conosciute. Nel 2013 esce il loro primo brano dal titolo ‘You Porn’, nell'autunno il primo film ‘Amici come noi’, che fa il pieno di incassi al botteghino. Poi arriva la radio – con il programma ‘A disposizione’ su Rtl 102.5 – e il cinepanettone ‘Ma tu di che segno 6?’ con Massimo Boldi, Gigi Proietti, Vincenzo Salemme e Ricky Memphis. E le trasmissioni di successo condotte dal duo: Emigratis e Feliccissima Sera. Sono stati anche nel cast di ‘Amici di Maria De Filippi’ e poi in teatro con il tour ‘Tutto fa Broadway’. Hanno scritto anche un libro: ‘Salviamo il mondo mo' senza esagerare’ (2014). Nel 2018 ricevono il ‘Premio Carlo Vanzina - Prince of Comedy’ durante la XVI edizione di “Ischia Global Fest”. Il 6 febbraio 2019 sono ospiti della seconda serata del 69esimo Festival di Sanremo: il picco di share della serata è raggiunto proprio con il loro sketch, visto dal 54,45% dei telespettatori. Lo show dal vivo ‘La classe non è qua’ ha registrato sold-out all'Arena di Verona. I due hanno raccolto apprezzamenti in giro per l'Italia , rrivando ad esibirsi in luoghi prestigiosi come il Teatro antico di Taormina, il Sistina di Roma e l'Arcimboldi di Milano.