Venerdì 14 Giugno 2024
CONTENTS
Magazine

Piante da appartamento: 10 idee per decorare la propria casa

Donano un tocco naturale ai nostri ambienti, trattengono l’umidità e purificano l’aria

Le migliori piante da appartamento

Le migliori piante da appartamento

Prima di capire quali sono le migliori specie botaniche per gli spazi interni, è importante considerare che la collocazione delle piante non può essere casuale ma basata sulle caratteristiche di ciascuna specie. Vediamo le caratteristiche principali di 10 tra le più diffuse piante ornamentali da interno.  

1. La pianta del pane americana

Caratterizzata da foglie molto grandi che le conferiscono un aspetto rigoglioso, la pianta del pane americana risponde al nome scientifico di Monstera Deliciosa. Questa specie riesce a vivere in appartamento, purché abbia la luce necessaria per la sua crescita, anche se non è importante che essa sia diretta. Si consiglia di tenerla in una fioriera in ceramica chiara, in modo da generare un bel contrasto verde-bianco. La pianta del pane colpisce per l’aspetto imponente, le grandi foglie e la sua capacità di conferire agli spazi un’atmosfera jungle. Richiede poche cure, cresce velocemente e necessita di temperature comprese tra i 18 e i 25°C.  

2. Pothos

È uno tra i rampicanti più apprezzati, caratterizzato da foglie a forma di cuore dal colore verde vivo e striature chiare. Appartiene ad una famiglia di circa 50 specie. La pianta di pothos è abbastanza semplice da gestire: l’ideale sarebbe posizionarla in alto, in modo da permettere alle foglie di pendere verso il basso, creando un movimento che darà vita alla vostra casa. Questa specie è nota per la sua incredibile resistenza in assenza di luce e acqua ed è, per questo, perfetta anche per chi non ha il pollice verde.  

3. Calathea Orbifolia

Originaria della Bolivia, la Calathea è una pianta ornamentale molto apprezzata per le grandi foglie striate d’argento, che tendono a schiudersi maggiormente in presenza di luce. Oltre a migliorare la qualità dell’aria, la presenza della Calathea in appartamento darà un tocco di classe agli spazi. Unico appunto: bisogna prestare attenzione al terreno, che dovrà essere mantenuto umido evitando il ristagno dell’acqua, ed evitare la luce diretta.  

4. Begonia maculata

Questa particolare varietà di Begonia è caratterizzata dalla presenza di piccoli pois chiari sulle foglie. Si tratta di una specie insolita, che in genere richiede luoghi luminosi. Non essendo adatta ai climi rigidi, deve essere esposta alla luce indiretta dei raggi solari in modo da mantenersi ad una temperatura compresa tra i 18 e i 30°C.  

5. Alocasia Zebrina e Alocasia polly

Conosciuta anche con l’appellativo di “orecchie d’elefante”, l’Alocasia Zebrina è una pianta sempreverde dalle grandi foglie. Perché cresca tranquillamente, la pianta richiede una grande quantità di luce, un terreno umido e una costante umidificazione delle foglie. Sempre appartenente alla specie Alocasia, la variante Alocasia polly è invece una pianta tropicale dalle foglie particolari, che a differenza della Zebrina richiede una differente intensità di luce a seconda della stagione in corso.  

6. Giglio della pace

Il suo nome scientifico è Spatifillo ed è un grande classico delle piante d’arredamento. Rispetto ad altre piante da appartamento, il giglio della pace è caratterizzato dalla presenza di foglie dal verde intenso, che offrono una fioritura periodica. Si tratta di un’ottima scelta per chi è alle prime armi, dal momento che richiede poche cure. Basterà evitare la presenza diretta di fonti di calore o di aria fredda.  

7. Strelitzia

Se si è alla ricerca di una pianta facile da gestire, la Strelitzia è una soluzione perfetta. Ha caratteristici fiori a becco d’airone, con sfumature di arancio e blu che doneranno un tocco di colore ai vostri interni. Deve essere annaffiata abbondantemente, a eccezione dei mesi più caldi, durante i quali “riposa”.  

8. Palme

Se si è amanti dell’esotico, invece, quale opzione migliore delle palme? Ne esistono oltre 2600 specie, la maggior parte delle quali è adatta a purificare l’aria e a trattenere l’inquinamento. Attenzione alle dimensioni nella scelta della specie più adatta al vostro appartamento.  

9. Orchidee

Scelta classica ma non per questo meno elegante, le orchidee sono ormai diffusissime negli interni italiani. La specie che ha preso più piede è la Phalaenopsis, per i suoi colori sgargianti e la facilità di manutenzione. Riconoscere un’orchidea è molto semplice: i suoi fiori sono formati da tre sepali nella parte superiore e tre petali in quella inferiore. Il petalo centrale, il labello, varia in forma e colore a seconda della specie.

10. Verde stabilizzato

Chi è alla ricerca della soluzione ideale per aggiungere un tocco di naturale freschezza alle pareti della propria casa, troverà un alleato nel verde stabilizzato. Si tratta di una struttura in acciaio zincato. Il pannello è rivestito interamente in PVC. Le parti in lichene stabilizzato, o eventualmente altre essenze, sono invece al 100% naturali e antibatteriche, della durata garantita di circa 5 anni. Non cambiano nel tempo, non crescono e non hanno bisogno di acqua, questo permette di inserirli in cornici da appendere come quadri.