Gli accessori per i pattini a rotelle
Gli accessori per i pattini a rotelle

Roma, 26 febbraio 2021 - Il pattinaggio a rotelle è uno degli sport più completi e impegnativi, richiede un’ottima muscolatura, riflessi allenati, coordinazione, resistenza e un’innata eleganza. Si può praticare agevolmente sia all’aria aperta che in palestre attrezzate e si può iniziare – se le condizioni di salute sono buone - a tutte le età. Ecco gli accessori indispensabili per cominciare.

StivalettI
Gli stivaletti (o scarponcini) sono sicuramente l’accessorio più importante quando si fa pattinaggio a rotelle. Trovare quello giusto, tuttavia, può non essere così semplice. Fondamentale, infatti, è scegliere il proprio modello in base alla tipologia di piede. Esistono stivaletti per chi ha il piede affusolato e per chi ha una pianta del piede più larga. Per la misura, invece, il consiglio è quello è di aggiungere almeno una taglia al numero di scarpe. Chi indossa il 38, ad esempio, dovrà comprare degli stivaletti 39 o 40. Per essere sicuri bisogna sempre che ci sia un margine di 7-8 mm tra tallone e stivaletto e tra punta del piede e calzatura. Importante è anche l’indice di rigidità, la capacità, cioè, di resistere alle sollecitazioni e ai piegamenti. Questo indice va da 15 a 90: i principianti devono orientarsi su stivaletti con un indice basso (da 15 a 30), gli agonisti sceglieranno via via scarponcini meno rigidi.
Il costo di questi accessori varia a seconda della qualità. Un modello intermedio costa circa 70 euro.

Tampone
I tamponi servono per frenare i pattini, eseguire dei movimenti particolari come i salti e delle figure artistiche. Ne esistono di diverse tipologie, classificati in base a 3 parametri fondamentali: grip, grado di usura del materiale di cui sono fatti e capacità di adattarsi al terreno su cui si pattina. Questo indice va da 0 a 5 e più il numero è elevato, maggiori sono le qualità del tampone.
I prezzi cambiano a seconda del materiale ma un freno di buon livello si compra con circa 20 euro.

Ruote
Come per gli stivaletti e i tamponi, non esiste un modello di ruota che possa andare bene per ogni situazione. Le ruote vanno scelte in base al pavimento su cui si pattina, al livello tecnico del pattinatore e alla specialità che si vuole praticare. Sono fabbricate solitamente con due tipologie di materiale: il poliuretano e l’iniezione termoplastica, entrambi classificati in base alla loro durezza. Un grado di durezza bassa (con indice che varia da 30 a 80) è ideale per le superfici più scivolose (le ruote morbide hanno più aderenza), un indice più alto si adatta meglio a pavimenti più duri.

Cuscinetti
I cuscinetti sono l'anima di una ruota e quindi sono indispensabili per farle girare. La qualità dei cuscinetti dipende dalla loro precisione: maggiore è la precisione con cui sono assemblate le sfere con gli anelli (due elementi che compongono questo accessorio), maggiore è la scorrevolezza del cuscinetto e quindi la qualità. La qualità viene misurata secondo una scala chiamata “ABEC”; un cuscinetto di media qualità, buono per iniziare, è classificato come ABEC 7 e ha un costo è di circa 15 euro.