Mare fuori, dentro Sanremo. Clara: cantattrice all’Ariston

La finale dei Giovani vinta da una donna: era dal 2009, con Arisa, che non succedeva. A trionfare l’artista già tra i protagonisti della serie Rai più amata dai giovanissimi.

Mare fuori, dentro Sanremo. Clara: cantattrice all’Ariston

Mare fuori, dentro Sanremo. Clara: cantattrice all’Ariston

Tutto come da copione. O quasi. Nella finalissima di Sanremo Giovani andata in onda martedì sera in diretta su Raiuno dal Teatrino del Casinò di Sanremo le tre “promesse” a mettersi in tasca il passaporto per il Festival sono state Clara, i BNKR 44 e i Santi Francesi (un concorrente a testa per le tre multinazionali del disco), la proclamazione del vincitore (anzi della vincitrice, trattandosi di una delle eroine della serie tv-fenomeno Mare fuori) è arrivata dopo l’una del mattino e, nonostante questo, la mini kermesse condotta da Amadeus non ha sfondato il muro degli ascolti, 1.806.000 spettatori (pari al 14.4%) contro i 3.111.000 richiamati dalla débâcle del Napoli negli ottavi di finale di Coppa Italia contro il Frosinone. Mare fuori è una fiction Rai, quindi dietrologismi in libertà sull’affermazione della cantattrice varesotta, 24 anni all’anagrafe Clara Soccini, che non hanno risparmiato neppure Paola & Chiara, presenti alla finale dell’altra sera quali conduttrici in pectore della striscia pre-Festival. Illazioni originate sul web dalla congettura che Chiara in un episodio della terza serie della fiction recita la parte della madre della trapper Giulia, ovvero la stessa Clara.

Se, come ricorda Baudo, non esiste Sanremo senza polemiche, si comincia col piede giusto. "Secondo Fiorello, io sono lo “Swiffer“ delle polemiche" allarga le braccia Ama. "Ma non mi tocca: vado dritto al mio obiettivo. D’altronde non sono io al centro del Festival, ma la musica". Più centrata, magari, potrebbe essere l’osservazione che la Clara di Diamanti grezzi, il pezzo che porta in gara dal 6 al 10 febbraio, è una artista Warner, Major annunciata come l’asso pigliatutto di questa edizione con 13 artisti su 30. Prima vincitrice delle Nuove Proposte dall’affermazione di Arisa nel 2009, l’interprete lombarda ha ipotecato la sfida finale con Boulevard, un pezzo scritto da lei stessa con Daniele Magro. Con lei, nel gruppo(ne) Warner pure Annalisa, Loredana Berté, Fred De Palma, Gazzelle, Geolier, Ghali, Il Tre, Irama, Mr. Rain, Rose Villain, The Kolors, Angelina Mango (distribuita).

Gli empolesi BNRK 44 che al Festival proporranno Governo punk sono invece della scuderia Universal, presente all’Ariston pure con Dargen D’Amico, Emma, Mahmood e, in distribuzione, due artisti Sugar, vale a dire Negramaro e Sangiovanni. Terza forza del campionato, la Sony, che conta sui Santi Francesi (già vincitori di X Factor 2022) in gara a febbraio con L’amore in bocca e nuovamente bene al centro della musica dopo i clamori della stampa scandalistica sulla relazione del cantante Alessandro De Santis con l’attrice Matilde De Angelis, ma anche su Alessandra Amoroso, Big Mama, Il Volo, Maninni, Fiorella Mannoia, Renga & Nek. Anche se la vera vincitrice morale è la scuola di Amici in cui si sono fatti le ossa Alessandra Amoroso, Annalisa, Angelina Mango, Emma, Irama, The Kolors, Maninni, Sangiovanni, cui va aggiunta la “giudice“ Loredana Bertè.

Intanto bookmakers già all’opera: per Goldbet e Better la favorita è Alessandra Amoroso, al suo esordio in gara, offerta a 4,50 volte la posta, seguita da Geolier, anche lui al debutto, a offerto a 5. Dietro Annalisa e Angelina Mango ad 8 e i Negramaro a 9. Tra gli ultimi, la Bertè (offerta a 51) e i Ricchi e Poveri (a 101).

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro