Le parole di Simona Baldelli per descrivere l’amore

Simona Baldelli, scrittrice di successo, descrive l'amore in un racconto inedito ambientato nell'Ottocento, dimostrando che le parole convenzionali non possono descrivere il sentimento più forte dell'umanità. Un regalo emozionante per San Valentino.

Le parole di Simona Baldelli per descrivere l’amore
Le parole di Simona Baldelli per descrivere l’amore

Le parole per dirlo, anzi, per descriverlo. E che siano d’artista: un’artista delle parole come Simona Baldelli, scrittrice pesarese d’origine, romana d’adozione, autrice di storie magiche e potenti come Alfonsina e la strada, Il pozzo delle bambole (entrambi Sellerio), L’ultimo spartito di Rossini (Piemme), Evelina e le fate (Giunti) e molti altri, che le sono valsi i premi John Fante Opera prima e Premio letterario nazionale per la donna scrittrice e un posto in finale al Premio Italo Calvino e al Premio Città di Gubbio.

Nel giorno degli innamorati volevamo celebrare San Valentino in un modo originale: una descrizione dell’amore che fosse alternativo ai soliti cliché.

Abbiamo chiesto perciò a Simona Baldelli di cimentarsi per noi sul tema del sentimento più forte e più raccontato (nel bene e nel male) della storia dell’umanità, non partendo una volta tanto da una storia tra innamorati, quanto piuttosto dalla descrizione dell’amore in sé.

Ne è nato un bellissimo racconto inedito che pubblicheremo domani, in esclusiva per Qn (il Resto del Carlino, La Nazione, Il Giorno), corredato dalle bellissime illustrazioni originali di Giancarlo Caligaris.

L’ambientazione è tardo Ottocentesca. La società è divisa in due, anche fisicamente. Per strada, nei negozi, sui mezzi di trasporto, ci sono le donne da una parte, gli uomini dall’altra. Protagonista è uno scrittore, ritenuto di successo, che decide di affrontare lo scoglio del racconto amoroso. Ma fosse facile! Quali sono le parole dell’amore? L’autore le cerca dappertutto inutilmente, e sarà l’arguzia della sua padrona di casa a dimostrare quanto gli schemi della scienza, quelli della filosofia, quelli della società stessa non valgano nulla nella descrizione di ciò che un essere umano possa provare per un altro essere umano.

Una piccola perla, nel giorno di San Valentino, per regalare alle nostre lettrici e ai nostri lettori l’emozione di un dialogo attorno all’amore e al suo fascino impenetrabile e senza tempo.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro